Doha – Tutto pronto per il debutto della prima edizione internazionale del Qatar Motor Show, quattro giorni dedicati al mondo dei motori in programma dal 26 al 29 gennaio al Doha Exhibitions Center. Il Qatar Motor Show si preannuncia come un grande evento, capace di catalizzare l’attenzione del pubblico, dei media, dei protagonisti mondiali del settore automotive. Qatar Motor Show, infatti, è insieme salone dell’automobile, think tank su presente e futuro dell’auto e della mobilità intelligente, show per offrire ai visitatori un’esperienza veramente emozionante ed interattiva.
Con il patrocinio dello sceicco Hamad Bin Jassim Bin Jabor Al Thani, primo ministro e ministro degli Affari Esteri, il Qatar Motor Show fa parte dei progetti di sviluppo dell’Emirato, che negli ultimi anni ha investito molto, e con successo, in infrastrutture ed eventi sportivi, per portare nella regione iniziative capaci di imporsi sulla scena sportiva internazionale. In vista dei campionati mondiali di calcio del 2022, il Qatar dunque scalda i motori e propone un Salone da tutto esaurito fin dalla prima edizione, organizzata da Qatar Tourism Authority (Qta) in collaborazione con q.media Events e GL events.
Saranno presenti i più importanti marchi automobilistici mondiali per un mercato relativamente piccolo nei numeri ma grande per disponibilità economiche (oltre 93 mila dollari il reddito medio annuo) e strategico per tutta l’area dei Paesi del Golfo Persico. Sono 36 i brand che espongono le loro ultime novità: Aston Martin, Audi, Bentley, Bmw, Bugatti, Cadillac, Chevrolet, Chrysler, Citroen, Cmc, Dodge, Ford, Gmc, Honda, Infiniti, Jaguar, Jeep, Lamborghini, Land Rover, Lexus, Lincoln, Lotus, Maserati, Mercedes, Mini, Nissan, Peugeot, Porsche, Proton, Range Rover, Rolls Royce, Skoda, Toyota, Volkswagen, Volvo, ZX Auto.
C’è grande attesa da parte di un pubblico sempre affascinato dalle fuoriserie per l’iniziativa promossa in collaborazione  con il Gruppo carrozzieri autovetture di Anfia, l’Associazione nazionale filiera industria automobilistica italiana. Un’area espositiva del Qatar Motor Show è dedicata infatti alle auto ideate, progettate e realizzate da aziende italiane che rappresentano l’eccellenza del car design Made in Italy: Autostudi, Bertone, Castagna, Fioravanti, Pininfarina, Prototipo Group, Salt, Spadaconcept, Touring Superleggera. Nell’ambito della collettiva sono da segnalare il restyling della C-Sport di Autostudi, la coupè Bertone Pandion, la Tender2 realizzata da Castagna Milano, la roadster aperta F100r di Fioravanti, la Nido di Pininfarina, la RK Coupé di Salt, la Spada TS Codatronca di Spadaconcept, la Bentley Continental Flying Star di Touring Superleggera.
Crocevia strategico tra Occidente e Oriente, il Qatar si propone come hub della business community internazionale dell’automobile e propone il 26 gennaio, giornata inaugurale del Salone, la prima edizione del Middle East Automotive Summit per fare il punto su presente e futuro dell’auto. Durante il Summit, che si aprirà alla presenza dello Sceicco Hamad Bin Jassim Bin Jabor Al Thani, i protagonisti del mondo dell’auto, delle tecnologie e dell’energia faranno il punto su come il settore automotive sta raccogliendo la sfida del mercato, che vuole vetture sempre più intelligenti, sostenibili, innovative.
Di grande prestigio e autorevolezza il panel dei relatori che interverranno nella sessione dedicata a The future of Mobility: Martin Winterkorn, chairman di Volkswagen Group; Ulrich Hackenberg del board of management di Volkswagen; Eugenio Razelli, vice president Oica e presidente Anfia; Dominique Venet, executive vice president Gaz Edf (Electricitè de France); Jeff Mize, executive vice president Navteq; Ahmed M. Surour, Ceo di Qatar Automotive Gateway.  Nel pomeriggio si parlerà invece di The future of Intelligent Transportation Systems: Infrastructure, Telematics and Navigation con esperti quali Jan Unander (Telematics Valley), Rasmus Lindholm (Ertico), Federico Parolotto (Mic, Mobility in Chain), Roberto Saracco (Telecom Italia), Mohammed Serroukh (Its Arab), Peder Fast (Volvo), Paola Carrea (Magneti Marelli), Kenneth Taormina (Accenture).
Vedere, toccare, provare: con questa formula il Qatar Motor Show propone al pubblico per quattro giorni un ricco programma di attività outdoor, organizzate in collaborazione con Red Bull Energy Drink. Per gli appassionati che vogliono provare brividi ed emozioni sono previste aree dedicate per le competizioni di diverse specialità come drifting, motocross, dimostrazioni e sessioni dedicate ai test drive degli ultimi modelli di auto e suv. I fans degli sport motoristici potranno incontrare piloti professionisti per avere utili consigli. Ha confermato la sua presenza il pilota del team Red Bull, Abdo Feghali, campione libanese rally e campione Middle East di hill climb. Contribuiranno ad alzare ancora il tasso di adrenalina le evoluzioni di freestyle motocross (Fmx) di campioni come Chris Birch e Frederik Berggren e gli atleti Red Bull Nick Franklin e Nick de Wit. Per chi invece voglia provare in prima persona l’emozione della guida, sono a disposizione una  pista asfaltata e una per fuoristrada dedicate alle prove su strada.
Il Salone sarà aperto al pubblico il 26 gennaio dalle 20:00 alle 22:00; il 27 gennaio dalle 16:00 alle 22:00; il 28 gennaio dalle 14:00 alle 22:00 e il 29 gennaio dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 22:00. L’ingresso è gratuito. (ore 10:00)