Roma – Land Rover, da sempre attiva nel servizio alla collettività grazie alla versatilità delle sue vetture “all terrain”, con la loro specifica peculiarità all’aiuto, al supporto umanitario, si unisce alla Croce Rossa Italiana nell’Homeless Project a sostegno dei “senza tetto”. L’iniziativa prevede il mantenimento di un servizio di assistenza itinerante in strada a centinaia di persone senza fissa dimora nel territorio di Milano e del suo hinterland, avvalendosi del sostegno di numerosi volontari che ogni notte percorrono decine di chilometri nell’area metropolitana fornendo, oltre all’assistenza morale ed al monitoraggio dello stato di salute, generi di conforto, cibo e bevande calde.
Land Rover darà in uso alla Croce Rossa una Freelander 2, la vettura ideale per sostenere l’attività delle quattro “unità di strada” di Milano, Bresso, Opera e Sesto S.Giovanni. Un servizio di assistenza operativo sette giorni su sette, dalle 22 alle 3 del mattino, senza interruzioni nel corso dell’anno. Una vettura di pronto intervento al servizio dei più bisognosi.
<<La collaborazione – dice Patrizia Ravaioli, direttore Generale della Croce Rossa Italiana – fra una grande azienda come la Land Rover e la Croce Rossa Italiana finalizzata all’impegno al fianco dei più deboli è l’esempio di un metodo da coltivare. Spero che questo supporto sul fronte dell’aiuto ai senzatetto possa estendersi alle centinaia di attività di volontari ed operatori della CRI in Italia e nel mondo>>.
<<Siamo orgogliosi
–  ha detto Daniele Maver, presidente di Land Rover Italia – di aver consolidato la nostra collaborazione con la Croce Rossa in Italia con un’iniziativa di così grande importanza sociale. Il supporto di Land Rover Italia servirà a rendere ancora più concreto e tempestivo l’intervento della Croce Rossa nell’area metropolitana di Milano in favore dei senza tetto>>.
L’iniziativa di Land Rover Italia fa seguito al sostegno che dal 2007 il marchio britannico offre alla Croce Rossa Internazionale ed alla Mezzaluna Rossa in Gran Bretagna, in Africa, in Asia e nelle aree di maggiore sofferenza per epidemie e carestie. (ore 18:30)

NO COMMENTS

Leave a Reply