Colonia – Le vendite europee della Ford Fiesta di ultima generazione hanno toccato quota un milione. Lo storico traguardo è stato raggiunto appena 28 mesi dopo l’arrivo nei concessionari Ford europei della popolare small car, che è anche la vettura in assoluto più venduta della Casa dell’ovale blu.
Nell’ottobre 2008, l’arrivo della nuova Ford Fiesta segnava l’inizio di una nuova era per il segmento small car in termini di funzionalità, prestazioni e design. Disponibile nella versione due volumi a tre e cinque porte e in una gamma di motorizzazioni a consumi ridotti, la Fiesta ha scalato rapidamente le classifiche di vendita diventando a inizio 2009 la seconda auto più venduta in Europa e mantenendo saldamente questa posizione anche nei mesi successivi.
<<Voglio ringraziare i nostri clienti europei per il loro contributo all’enorme successo della Ford Fiesta – ha commentato Stephen Odell, presidente e Ceo di Ford Europa – Il segreto del continuo successo di questo nuovo modello sta indubbiamente nel design innovativo e nelle soluzioni tecnologiche d’avanguardia di cui l’auto è dotata. Toccare il milione di vendite rappresenta un risultato importante, ma non è certo il nostro punto di arrivo, in quanto la Ford Fiesta continua a conquistare nuovi clienti e a mietere successi in tutta l’Europa>>.
In Europa, la Fiesta è prodotta neii modernissimi stabilimenti di assemblaggio Ford a Colonia, in Germania e Valencia, in Spagna. Tra le auto europee di tutti i tempi, Fiesta è il veicolo di maggior successo nel segmento small car a produzione europea dato che dal lancio della prima vettura nel 1976 sono state vendute ben 14 milioni di unità. Nel corso degli ultimi 35 anni, Ford Fiesta è stata un modello di riferimento in termini di risparmio, praticità e affidabilità. Anche oggi continua a richiamare l’interesse di una nuova generazione di automobilisti in quanto, secondo le ricerche, la vettura soddisfa le esigenze di acquirenti che prediligono allestimenti di livello superiore.
Fallito con Fiat il giorno dopo l’accordo con Sollers è stato sottoscritto da Ford Motor Company che ha comunicato di avere sottoscritto con Sollers un memorandum d’intesa per il lancio di una nuova joint venture in compartecipazione al 50% che si chiamerà Ford Sollers e si occuperà della produzione e distribuzione di veicoli Ford in Russia.
<<Ford è lieta di fare questo passo in Russia insieme a un partner come Sollers – ha dichiarato Odell – Si tratta di un’opportunità imperdibile, grazie alla quale i clienti Ford in Russia avranno a disposizione una scelta più ampia di prodotti e un’assistenza migliore. I vantaggi derivanti dalla nuova joint venture e i benefici garantiti dal programma di sostegno al settore varato dal governo russo saranno fondamentali per consentire a Ford Sollers di rafforzare il proprio marchio in Russia e di creare un business con un grande potenziale di crescita. Non solo, la joint venture contribuirà anche a rafforzare il settore automotive russo in generale e tutto l’indotto locale>>.
<<La collaborazione con Ford ci offre un’opportunità molto stimolante
  – ha affermato Vadim Shvetsov, direttore generale di Sollers – Siamo sicuri che gli sforzi di entrambi i partner per lo sviluppo degli stabilimenti produttivi, nel lancio di nuovi prodotti e nella localizzazione dei componenti garantiranno il successo della nostra strategia, nonché una posizione di spicco nel mercato russo per la futura joint venture>>.
Ford Sollers si avvarrà di stabilimenti produttivi locali sia di Ford sia di Sollers a Vsevolozhsk (nella regione di San Pietroburgo) e nella Repubblica del Tatarstan, e si occuperà della produzione e distribuzione di autovetture e veicoli commerciali leggeri.
Nel 2002 Ford è stata la prima Casa automobilistica ad avviare la produzione di vetture in Russia e ora può vantare solide basi nel paese. Alla futura joint venture Ford contribuirà mettendo a disposizione la propria esperienza nel campo della produzione di veicoli, una vasta rete di concessionari, nonché tutto il prestigio di cui gode presso i clienti del mercato russo. La joint venture avrà inoltre accesso alla gamma globale dei prodotti di ultima generazione del piano One Ford.
Sollers, il secondo maggior produttore russo di autovetture e veicoli commerciali leggeri, ha dal canto suo una notevole esperienza nel settore automobilistico russo. La joint venture beneficerà pertanto della conoscenza di Sollers del mercato russo, nonché delle sue capacità produttive, della propria esperienza nella distribuzione e nell’attività con la base di approvvigionamento. Un contributo importante destinato a rafforzare la strategia della joint venture e di notevole importanza per il suo futuro successo. L’attività di Ford Sollers non si limiterà però alla produzione di veicoli, ma comprenderà anche la produzione di motori, la gestione di uno stabilimento di stampaggio per un maggior numero di componenti di veicoli realizzati in Russia; nonché di attività di ricerca e sviluppo. Ford Sollers sarà inoltre responsabile dell’importazione e della distribuzione in Russia di prodotti, parti e accessori a marchio Ford.
Secondo i programmi l’attività della joint venture partirà entro la fine di quest’anno. Nell’intento di beneficiare della nuova politica automobilistica russa, Ford e Sollers hanno già presentato una richiesta congiunta per accedere ai benefici del programma di sostegno al settore varati dal governo russo. (ore 10:15)