Pomigliano d’Arco – Ha preso il via oggi la newco Fabbrica Italia Pomigliano di Fiat Group Automobiles, con la firma del contratto di assunzione nella nuova società di otto dipendenti, che, contemporaneamente si sono licenziati dal “Vico”, dando l’avvio al passaggio di oltre 5.600 dipendenti tra quelli appartenenti allo stabilimento Fiat ed alla Ergom di Napoli. La firma dell’accordo ha dato il semaforo verde al nuovo piano dell’ad della Fiat, Sergio Marchionne, e soprattutto a quella che è stata definita “la rivoluzione industriale” con nuove regole nel settore, che hanno portato il Lingotto a non iscrivere Fabbrica Italia Pomigliano in Federmeccanica. Il trasferimento dei dipendenti, inoltre, segna di fatto anche una svolta, una nuova era, per le relazioni industriali e sindacali.
Gli otto dipendenti passati alla newco sono tre donne e cinque uomini, quattro sono capi Ute, tre sono tecnici ed uno è un gestore operativo. Affiancheranno il neo amministratore delegato della newco e direttore del Vico Sebastiano Garofalo, e lo coadiuveranno nel lavoro di preparazione per le prossime assunzioni degli operai. Entro luglio, secondo quanto stabilito durante l’ultimo incontro tra vertici aziendali e sindacati, dovrebbero essere circa 300 i lavoratori assunti nella newco. (ore 10:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply