Milano – Nel 125mo anniversario dalla fondazione, il Gruppo Bosch avvia un’importante campagna di recruiting. Nel 2011, in tutto il mondo, sono previste oltre 9.000 opportunità di lavoro, di cui 1.200 in Germania, per specialisti qualificati. La multinazionale tedesca ricerca giovani manager motivati da inserire nei settori dedicati alle nuove tecnologie, ovvero, nel campo dell’elettromobilità, del fotovoltaico, della microelettronica e della tecnologia medica. In particolare, Bosch sta cercando ingegneri elettronici e meccanici, fisici, chimici e informatici. Anche i laureati, con un percorso di studi in discipline economiche, potranno usufruire di molte opportunità in Bosch, per esempio, nelle vendite, nel marketing, nel controllo di gestione o nella logistica. Secondo le attuali previsioni, entro la fine del 2011, il numero totale dei collaboratori raggiungerà quota 300.000.
Bosch, a livello globale, ha un’ottima reputazione tra gli studenti, soprattutto tra i neo laureati nelle discipline economiche e tecniche. Lo confermano i risultati condotti da Trendence e da Universum, istituti di ricerca di mercato che analizzano la popolarità e l’attrattività delle aziende come datori di lavoro. Bosch offre percorsi di sviluppo e di carriera ben strutturati come, per esempio, il Junior Managers Program, che permette a giovani talenti di creare un proprio programma internazionale di carriera all’interno dell’azienda.
Quello che i collaboratori Bosch apprezzano è lo spirito d’innovazione, la struttura internazionale e il modo in cui i valori si riflettono nel lavoro di tutti i giorni. Per Bosch innovazione vuol dire anche adottare la prospettiva del Diversity Management, ovvero, fare leva sulle differenze per aumentare la competitività dell’azienda e le possibilità di successo. Per questo Bosch vuole avvicinarsi al mondo femminile, non solo assumendo più donne, ma anche aumentandone il numero fra le posizioni manageriali, oggi al 10% circa. L’obiettivo, entro il 2012, è quello di raggiungere 15% di posizioni dedicate alle donne manager.
Per ulteriori informazioni sulle opportunità di carriera, programmi e posizioni attualmente aperte in Bosch: www.bosch-career.it
Da parte sua Continental, leader  in Europa del settore pneumatici nonché importante fornitore internazionale auto motive, investe in talenti, know-how e innovazione. Solo nella Germania saranno 400 i neoassunti.
<<Quest’anno pianifichiamo assunzioni di circa 1.500 neolaureati e giovani professionisti in tutto il mondo, 400 dei quali nella sola Germania – dichiara Heinz-Gerhard Wente, membro del Consiglio esecutivo di Continental per le risorse umane – Verranno assunti prevalentemente laureati in ingegneria ed in scienze naturali, con apertura anche ai laureati in economia e commercio. Come fornitore internazionale dell’industria dell’auto Continental punta su risorse qualificate che vogliano impegnarsi attivamente nella mobilità sostenibile degli anni a venire. Oltre a prospettive attraenti di carriera internazionale, strutture gerarchiche semplificate ed opportunità di crescita e sviluppo professionale, Continental offre una varietà di tecnologie ed opportunità a giovani dottori in scienze, ingegneri, economisti e professionisti provenienti anche da settori differenti>>.
Il Gruppo Continental opera attualmente con circa 30.000 ingegneri nelle aree produzione e ricerca e sviluppo. Dei circa 1.500 neoassunti, 1.200 sono destinati all’engineering e 300 al settore commerciale. Non da meno Continental Italia segue le linee della Casa madre, avendo segnato nel 2010 un incremento del 5% nel proprio organico. Si tratta di un risultato molto importante a riprova che anche in situazioni generalizzate di contingenza c’è chi continua a credere ed a investire nelle risorse umane. Un trend destinato a proseguire nel 2011 con ulteriori aperture alle giovani leve nazionali.
Con un fatturato di oltre 26,0 miliardi di euro riferito al 2010, il Gruppo Continental è uno dei primi fornitori dell’industria automobilistica nel mondo. Come produttore di pneumatici, sistemi frenanti, sistemi e componenti per motore e telaio, strumentazione, soluzioni per informazione ed elettronica di bordo e parti tecniche in elastomeri, Continental offre un cospicuo contributo alla sicurezza nella guida e alla protezione globale dell’ambiente. Continental è inoltre un partner competente nel campo della comunicazione in rete per autoveicoli. Il Gruppo Continental occupa attualmente circa 148.000 dipendenti in 46 Paesi. Continental è il leader di mercato in Europa per pneumatici autovettura e trasporto leggero. Più del 30 per cento delle nuove automobili europee escono dalla fabbrica equipaggiate in origine con pneumatici Continental. La divisione pneumatici vettura e trasporto leggero progetta e produce pneumatici per autovettura, dalla compatta alla supersportiva, per 4×4, per van e veicoli commerciali leggeri. La produzione si differenzia nei brand Continental, Uniroyal (con esclusione dei Paesi Nafta e di Colombia e Perù), Semperit, Barum, General Tire, Viking, Gislaved, Mabor, Matador, Euzkadi, Sime Tyres e, limitatamente a Malesia, Singapore e Brunei, Dunlop. La divisione pneumatici vettura e trasporto leggero include anche il business due ruote (pneumatici per motocicli e biciclette) e società commerciali con oltre 2.200 aziende specializzate nel settore pneumatici e franchising in 13 Paesi. (ore 10:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply