Italia unita in festa per i suoi 150 anni

Italia unita in festa per i suoi 150 anni

Stasera le tre capitali d’Italia – Roma, Torino e Firenze – e tutti gli altri Comuni festeggeranno insieme il centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia con la “Notte tricolore”. L’evento sarà l’occasione per unire gli italiani in un momento di festa e di riflessione, aspettando domani, 17 marzo. Sarà possibile visitare musei e luoghi di fruizione culturale e, nelle piazze principali, ascoltare musica dal vivo e guardare i fuochi d’artificio. L’apertura gratuita dei musei e degli altri spazi culturali a disposizione dei Comuni italiani garantirà la presenza di spazi di aggregazione e incontro a disposizione di tutti i cittadini. Consentirà, inoltre, ai turisti stranieri di partecipare alle celebrazioni. Si terranno poi concerti nelle piazze pubbliche di tutte le grandi città. Gli eventi musicali all’aperto coinvolgeranno le bande comunali, i gruppi locali, i cori.
Allo scoccare della mezzanotte verrà eseguito pubblicamente l’inno nazionale e, in successione, ci saranno spettacoli pirotecnici per salutare l’arrivo del 17 marzo. In molti Comuni verrà esposto il Tricolore ovunque possibile e in particolare sugli edifici pubblici maggiormente rappresentativi.
Stanotte partirà dalla piazza del Quirinale la Maratona Tricolore che idealmente attraverserà tutta l’Italia in attesa della festa dedicata ai 150 anni dell’Unità nazionale.
Fitto di impegni il programma del presidente Napolitano per la festa nazionale del 17 marzo: oltre ai momenti istituzionali, le celebrazioni interesseranno i luoghi simbolo del Risorgimento della capitale. Il primo impegno sarà all’Altare della Patria per assistere alla cerimonia dell’Alzabandiera e rendere omaggio al monumento del Milite Ignoto; poi al Pantheon per deporre una corona d’alloro sulla tomba di Vittorio Emanuele II di Savoia, primo Re d’Italia. Quindi il Capo dello Stato si recherà al Gianicolo dove scoprirà la restaurata statua equestre di Anita Garibaldi, inaugurerà il nuovo “Parco degli Eroi” con l’omaggio, sul Muro del Belvedere – Villa Lante, al monumento che riporta il testo integrale degli articoli della Costituzione della Repubblica Romana, mentre i ragazzi delle scuole del quartiere scopriranno le 83 erme restaurate dei garibaldini. Successivamente deporrà una corona al restaurato monumento nazionale a Giuseppe Garibaldi. E infine visiterà il complesso monumentale di Porta San Pancrazio e il Museo della Repubblica Romana e della Memoria Garibaldina che entrerà a far parte del Sistema Musei Civici di Roma Capitale.
Gli impegni della mattinata si concluderanno con la partecipazione del Capo dello Stato alla Santa Messa officiata dal presidente della Conferenza Episcopale Italiana, cardinale Angelo Bagnasco, nella Basilica di Santa Maria degli Angeli.
Nel pomeriggio, nell’aula di Montecitorio, il Capo dello Stato, di fronte alle Camere riunite, terrà il discorso celebrativo della Fondazione dello Stato unitario. In serata, al teatro dell’Opera, assisterà al “Nabucco” di Giuseppe Verdi diretto dal maestro Riccardo Muti.
Il 17 marzo sarà possibile visitare gratuitamente, dalle ore 08:30 alle ore 12:00 con ingresso da Porta Principale, le sale di rappresentanza del palazzo del Quirinale. Alle ore 15:00 avrà luogo il cambio della Guardia in forma solenne, con lo schieramento e lo sfilamento del Reggimento Corazzieri e della fanfara del IV Reggimento Carabinieri a cavallo sulla Piazza del Quirinale.
Anche il concerto del 20 marzo nella Cappella Paolina del Palazzo del Quirinale alle ore 12:00 sarà dedicato al 150mo anniversario dell’Unità d’Italia. (ore 18:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply