Correggio (Reggio Emilia – Sicam, azienda del Gruppo Bosch specializzata nella produzione di attrezzature per l’assistenza dei pneumatici, ha inaugura oggi la  nuova sede. Frutto di un investimento complessivo di circa 20 milioni di euro, il sito, che utilizza energia da fonti rinnovabili, si estende su una superficie di circa 11mila mq.
<<Grazie a questa sede raggruppiamo in un’unica struttura tutte le nostre principali attività, ottimizzando i processi produttivi, il controllo qualità e i costI  – ha dichiarato Luca Gazzotti a.d. Sicam –  Le nuove prospettive ci permetteranno di crescere e migliorare allo stesso tempo, contribuendo di conseguenza anche allo sviluppo dell’indotto circostante>>.
Sicam opera da oltre 30 anni nel settore delle attrezzature per l’assistenza dei pneumatici e svolge, in questo ambito, un ruolo trainante per la Divisione automotive aftermarket del Gruppo Bosch. Nel 2010 Sicam ha registrato un fatturato di oltre 37 milioni di euro, impiegando più di 130 collaboratori e producendo 20mila macchine.
<<La capacità d’innovazione unita alla stretta collaborazione con i costruttori, sia di veicoli sia di pneumatici, ci permettono di soddisfare le diverse esigenze del mercato internazionale, offrendo prodotti sempre all’avanguardia. Contare sull’esperienza di un leader globale nel settore automotive come il Gruppo Bosch, costituisce per noi un vantaggio importante>>, ha aggiunto Gazzotti.
Il nuovo stabilimento di Correggio s’inserisce in un progetto a livello mondiale del Gruppo Bosch che, entro il 2020 e attraverso le proprie tecnologie, ha l’obiettivo di ridurre le emissioni di CO2 prodotte dai propri siti di almeno il 20% rispetto ai valori registrati nel 2007. In questa direzione, la coscienza ecosostenibile di  Bosch non si traduce solo nello sviluppo di tecnologie “verdi”, ma anche nell’impegno, a migliorare costantemente l’efficienza energetica dei propri processi di business.
Alla realizzazione del nuovo stabilimento hanno partecipato fattivamente tre società del Gruppo Bosch: Bosch Solar Energy, Buderus e Bosch Security Systems. Bosch Solar Energy ha fornito l’impianto fotovoltaico con una superficie di 2.500 mq che genera una potenza di 355.000 kWp e produce un’energia verde pari a 360.000 kWh l’anno. Questo contributo consentirà a Sicam di ridurre le emissioni di CO2 del 50% per un totale di 150 tonnellate l’anno, equivalente all’emissione di CO2 per un’illuminazione di 100 abitazioni per un anno. Buderus ha fornito alla sede di Correggio l’impianto di pannelli solari termici abbinati a 2 caldaie a condensazione che garantiranno 24.000 Kwh di acqua termo sanitaria all’anno. Per la sicurezza interna ed esterna della struttura, Bosch Security Systems ha installato l’impianto di videosorveglianza, quello antintrusione e quello di rilevazione incendio.
L’inaugurazione è avvenuta in concomitanza del doppio anniversario del Gruppo Bosch: 150 dalla nascita del fondatore e 125 anni dall’inizio delle attività. Oggi Bosch è presente in Italia con 18 società con 17 centri di produzione e 3 centri di ricerca, impiegando 5.600 collaboratori. (ore 19:00)