Roma –  Trasformare l’energia solare in energia elettrica in grado di alimentare direttamente il primo sistema di mobilità sostenibile all’interno di un quartiere fieristico. E’ questo il risultato dell’innovativo progetto Sem, Solar Energy Mobility, realizzato nella nuova Fiera di Roma da Green Utility, joint venture tra Secit SpA (società del Gruppo Gesenu), Solon AG (società tedesca leader nel fotovoltaico) e un team di giovani imprenditori esperti di energia. Il nuovo sistema, attivo da oggi, è stato presentato in occasione della III edizione di Ecopolis, manifestazione dedicata alle migliori pratiche per l’ambiente urbano e le città sostenibili, alla presenza dei diretti interessati: Marco Mattei, assessore all’Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile della Regione Lazio; Antonello Aurigemma, assessore alla Mobilità di Roma Capitale; Marco Visconti, assessore all’Ambiente di Roma Capitale.
Grazie alla partnership operativa di Investimenti Spa con Green Utility, società ideatrice del progetto, ed Enel Spa, il personale e gli ospiti della Fiera di Roma potranno spostarsi all’interno del complesso espositivo utilizzando veicoli elettrici alimentati ad energia fotovoltaica.
Il sistema prevede un’area di circa 4.000 mq, coperta da pensiline fotovoltaiche destinate a parcheggio, dotata di un sistema di ricarica con energia prodotta dall’impianto fotovoltaico stesso, unitamente ad un innovativo accumulatore di energia elettrica, prodotta da un impianto fotovoltaico a inseguimento biassiale (mover) di circa 10 kWp.
Il nuovo sistema di mobilità sostenibile, unito all’impianto fotovoltaico a thin film, tra i più grandi d’Italia installato sui tetti del quartiere espositivo, realizzato da Green Utility e funzionante già dal 2008, contribuirà a fare di quello romano uno dei poli fieristici all’avanguardia in Europa sotto il profilo della sostenibilità, con 1,757 MW installati e 1.466 tonnellate di CO2 evitate.
<<In un mondo che vede nella diffusione dei veicoli elettrici un’opzione da privilegiare e sviluppare nei prossimi anni – afferma Silvio Gentile, amministratore delegato di Green Utility – il sistema di ricarica costituisce la problematica maggiore: il progetto SEM costituisce una valida risposta a queste esigenze>>. L’investimento di oltre 10 milioni di euro è interamente sostenuto da Green Utility attraverso uno dei primi esempi italiani di project financing nel settore fotovoltaico.
<<La partnership per realizzare questo progetto con Fiera di Roma, Investimenti Spa ed Enel – dichiara Carlo Noto La Diega, presidente del Consiglio di sorveglianza di Green Utility e amministratore delegato di Gesenu SpA – costituisce un modello di sviluppo che coniuga innovazione e sostenibilità, in linea con quanto sancito dalla Commissione europea con l’obiettivo vincolante del 20% della produzione totale di energia da fonti rinnovabili entro il 2020>>.
<<La rivoluzionaria stazione di rifornimento elettrico della Fiera di Roma è basata su un innovativo accumulatore di energia fotovoltaica
– afferma Pietro Pacchione, chief operations officer di Green Utility – in grado di ricaricare tramite colonnine dedicate, i veicoli elettrici in tempi brevi e senza creare sollecitazioni alla rete elettrica nazionale>>.
L’energia elettrica prodotta dalle pensiline fotovoltaiche, pari a circa 295.000 kWh/anno, sarà  in grado di abbattere 206 tonnellate di CO2/anno (pari al consumo di circa 100 famiglie), quantità che verrebbe immessa nell’atmosfera se si utilizzassero fonti tradizionali.
Fanno parte del progetto anche veicoli elettrici per il trasporto di persone e un parco di 10 biciclette elettriche a pedalata assistita, ricaricabili esclusivamente mediante l’energia elettrica prodotta dagli impianti fotovoltaici presenti in Fiera. Tali mezzi verranno utilizzati per i movimenti interni al polo fieristico. E’ previsto inoltre che i visitatori delle fiere che raggiungeranno il quartiere fieristico con un mezzo elettrico, per un anno a partire da oggi, potranno ricaricare gratuitamente il loro mezzo e parcheggiare all’interno del recinto.
<<Per Investimenti Spa – dichiara il presidente Lorenzo Tagliavanti – salvaguardare l’ambiente e consumare in modo intelligente è un imperativo e il progetto che vede oggi la sua realizzazione rappresenta un’ulteriore, ma non ultima, tappa della nostra sensibilità verso la sostenibilità ambientale>>.
Green Utility è una delle più “giovani” aziende nate all’interno del Gruppo Gesenu. Nasce dalle esperienze di successo di Solon. Gesenu e un gruppo di professionisti esperti di energia e sensibili alle questioni ambientali. Opera in qualità di produttore di energia e in qualità di Esco. I valori cui si ispira sono: sostenibilità, progresso e innovazione. L’approccio di fondo è quello di creare un sistema energetico distribuito, sostenibile ed efficiente, producendo energia pulita presso il cliente in funzione delle esigenze e dei consumi di questo, considerando come miglior fonte alternativa di energia proprio il risparmio energetico. (ore 17:00)