Hanoi –  Il Gruppo Piaggio in Vietnam ha varato una nuova e decisiva fase di sviluppo delle operazioni in Asia, che porterà all’espansione delle attività industriali e commerciali in tutta l’area, con l’obiettivo di raggiungere nell’arco di quattro anni un fatturato sui mercati asiatici pari a circa 1 miliardo di euro.
L’annuncio è stato dato dal presidente e amministratore delegato del Gruppo, Roberto Colaninno, nel corso della cerimonia di inaugurazione della nuova area industriale su cui si espanderà lo stabilimento vietnamita del Gruppo (che si espanderà dagli attuali 26.000 mq a circa 50.000 mq), situato nella provincia di Vinh Phuc nei pressi di Hanoi. In tale area il Gruppo realizzerà il primo Centro di ricerca e sviluppo per il settore due ruote nel continente asiatico e triplicherà la capacità produttiva dello stabilimento vietnamita, la cui attività industriale è iniziata nel giugno del 2009, che passerà a regime dagli attuali 100mila a 300mila scooter l’anno, per rispondere alla notevole crescita della domanda di veicoli a due ruote del mercato vietnamita e degli altri mercati del Sud-Est Asiatico. Nell’area di Vinh Phuc, il Gruppo Piaggio realizzerà, inoltre, uno stabilimento per la produzione di motori per scooter, con una capacità produttiva di 250mila unità l’anno.
In occasione della cerimonia, Roberto Colaninno ha affermato: <<Quello di oggi è un evento di notevole importanza per il nostro Gruppo, che pone le basi per diventare una delle più grandi presenze industriali italiane nell’intera regione asiatica. Forti dello straordinario successo del nostro investimento iniziale in Vietnam, oggi entriamo nella seconda fase della nostra strategia di espansione. Il forte incremento dell’insediamento industriale in Vietnam risponde ai nostri piani strategici, che identificano nell’Asia la principale chiave di sviluppo del Gruppo Piaggio nei prossimi anni. Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una forte crescita della domanda di veicoli a due ruote in Asia, in particolare in Vietnam, nel Sud Est Asiatico ed in India. Sono convinto che questa domanda continuerà a crescere a ritmo sostenuto nei prossimi anni, grazie alla rapida urbanizzazione dei principali Paesi asiatici ed all’espansione del potere d’acquisto dei consumatori. Il gruppo Piaggio è pronto per cogliere i benefici di questa crescita>>.
Gli investimenti sinora realizzati in Vietnam dal Gruppo Piaggio ammontano a 30 milioni di euro. La fase di crescita annunciata oggi comporterà, per il Gruppo, investimenti in Asia pari a 150 milioni di euro tra il 2011 e il 2014. Circa 60 milioni di euro saranno investiti, con focus sugli stabilimenti della controllata Piaggio Vietnam Company Limited, per lo sviluppo del business due ruote nell’area del Sud-Est Asiatico. Inoltre, 90 milioni di euro saranno investiti nella controllata indiana del Gruppo, Piaggio Vehicles Private Limited, per lo sviluppo sia nel settore dei veicoli commerciali che nel settore due ruote: in particolare, è previsto per il 2012 l’avvio della produzione della Vespa sviluppata per il mercato indiano.
A fronte di tale programma di investimenti per gli esercizi 2011-2014, il Gruppo Piaggio punta a conseguire in Asia ricavi pari a circa 1 miliardo di euro nel 2014.
Il nuovo Centro di Ricerca e Sviluppo di Vinh Phuc si focalizzerà sullo sviluppo di nuovi concept di veicoli e di propulsori caratterizzati dall’abbattimento dei consumi e delle emissioni, fattori di grande importanza per i consumatori asiatici.
Dal giugno 2009 a oggi, con l’avvio della produzione industriale in loco, Piaggio ha venduto oltre 100mila scooter sul mercato asiatico. Il Gruppo è pronto inoltre a rispondere alla crescente domanda nel settore scooter che si sta registrando in Indonesia , dove il Gruppo Piaggio ha recentemente costituito una nuova società commerciale, a Taiwan, in Corea, in Malaysia, nelle Filippine, in Australia e in Thailandia, dove la gamma scooter del Gruppo Piaggio ha fatto il debutto per la prima volta in occasione del Bangkok International Motor Show.
Per il mercato vietnamita, l’offerta del Gruppo Piaggio nel 2011 comprende una gamma di veicoli motorizzati con propulsori quattro tempi 125 e 150cc a iniezione elettronica, allo stato dell’arte delle prestazioni anche in termini di eco-compatibilità: la Vespa LX, la Vespa S e il Piaggio Liberty.
Piaggio lancerà in quest’area anche lo scooter compatto Fly e il nuovo modello Zip 100, veicolo particolarmente competitivo e specificamente riprogettato sulla base delle esigenze dei consumatori asiatici. (ore 15:00)