Roma – Fonti governative hanno annunciato oggi sarà all’esame dell’esecutivo un decreto della Presidenza del consiglio (Dpcm) sulle procedure di privatizzazione di Alitalia.
Il decreto servirebbe a rendere più snelle le procedure di una nuova fase di vendita della quota del Tesoro.
Secondo alcuni quotidiani, il ministro dell’Economia Giulio Tremonti avrebbe intenzione di dare l’incarico di advisor a Intesa San Paolo, che si era già presentata al fianco di AirOne nella prima gara bandita per Alitalia poi terminata con un nulla di fatto.
<<L’amministratore delegato di Intesa SanPaolo Corrado Passera è l’unico che può prendere in mano la situazione>>, ha detto un ministro chiedendo di non essere citato.
Passera, interpellato a Milano dai cronisti a margine di un convegno, non ha voluto confermare né smentire nulla circa il nuovo ruolo della banca, limitandosi a dire: “Non ho nessun commento”.
Secondo i sindacati la soluzione per Alitalia passa per una forma d’integrazione con l’AirOne di Carlo Toto e non può prescindere da un’alleanza internazionale.
Intanto il quotidiano russo “Gazeta” ha rivelato che un portavoce della compagnia Aeroflot, Viktor Sokolov, ha annunciato che l’incontro fra il vettore russo e quello italiano, svoltosi qualche settimana fa, si è concluso con un nulla di fatto.
In attesa che si chiarisca il progetto industriale, il governo ha concesso 300 milioni di prestito ad Alitalia, sul quale oggi dovrà relazionare alla Ue. (ore 11:36)