Roma – In base all’attuale situazione riguardante l’approvvigionamento di componenti, divenuta difficoltosa a seguito del terremoto in Giappone dell’11 marzo scorso, Toyota Motor Corporation fa sapere di essere in anticipo, rispetto ai piani iniziali, vero il ritorno alla normalizzazione. Il ritorno ad un’attività produttiva regolare è suddiviso in diverse fasi, la cui ripresa inizierà su base globale a giugno, e non più a luglio per il Giappone e ad agosto per il resto del mondo, come annunciato in precedenza a fine aprile.
Fino al 3 giugno 2011, comunque, i livelli produttivi resteranno gli stessi annunciati ad aprile. Su base globale, a seconda della regione e del modello, nel mese di giugno la produzione avrà un livello pari al 70% rispetto alla normalità.
Toyota sta monitorando in maniera accurata la situazione di ciascuna regione e di ogni modello, e sta lavorando per identificare nuove soluzioni e recuperare i normali ritmi produttivi il prima possibile. È comunque possibile che nel corso di questo periodo di assestamento, la riduzione dei livelli produttivi possa avere un impatto significativo sui risultati economici.
Le stime relative alle previsioni della futura produzione di Toyota sono ovviamente fondate su giudizi, ipotesi e informazioni relative alla situazione attuale ed logico ipotizzare che potrebbero subire delle modifiche, anche a breve. (ore 20:00)