Torino – Recenti articoli stampa usciti sia in Brasile sia in Europa hanno descritto <<in modo non corretto>> i piani operativi per le attività automobilistiche Fiat in Sud America. Fiat Group Automobiles ha, pertanto, diffuso un comunicato per fare alcune precisazioni. Lo pubblichiamo integralmente.
<<Lo stabilimento Fiat a Betim, in Brasile, chiuderà un turno di una linea di produzione per una settimana per motivi di ordinaria manutenzione e per bilanciare il mix produttivo. La stampa ha invece riportato in modo sbagliato che nell’intero stabilimento brasiliano veniva sospesa la produzione per una settimana. In aggiunta, lo stabilimento Fiat di Cordoba, in Argentina, ha avuto un fermo tecnico di una settimana principalmente per bilanciare il mix e la logistica produttiva. Questo è stato necessario a causa degli attuali rapporti commerciali tra il Brasile e l’Argentina.
Le attività automobilistiche della Fiat in Sudamerica continuano a dare buoni risultati. Il mercato dell’auto in Brasile ha registrato un record di vendite sia a giugno sia nel primo semestre del 2011. Nell’ultimo mese, in particolare, il mercato è cresciuto del 16% rispetto al giugno dello scorso anno e del 9,5% nel primo semestre del 2011. Il mercato brasiliano ha registrato un milione e 600 mila vendite tra auto e veicoli commerciali nel primo semestre: nel settore auto, Fiat ha la leadership con una quota del 22,4%.
Lo stock dei concessionari Fiat in Brasile è attualmente ad un livello di 51.000 unità, il 73% delle vendite mensili. Per il 2011, la Anfavea (l’associazione brasiliana dei costruttori automobilistici) stima per il Brasile un mercato di auto + veicoli commerciali di 3 milioni 690 mila veicoli, con un incremento del 5% sul 2010>>.
(ore 17:10)