Sindelfingen – Mercedes-Benz ha inaugurato due nuove gallerie del vento climatiche a Sindelfingen, capaci di riprodurre al proprio interno le situazioni climatiche più estreme. Temperature comprese tra i -40 °C ai +60 °C, uragani con venti fino a 265 km/h, acquazzoni tropicali e violente tempeste di neve fanno parte del repertorio attualmente a disposizione degli ingegneri di ricerca. È prossibile persino simulare il sole che splende impietoso, pari a quello vero. Le nuove gallerie del vento climatiche permettono agli ingegneri di velocizzare i processi di ottimizzazione di veicoli o componenti già in fase di sviluppo a tutte le condizioni atmosferiche. In futuro, si arriverà alle reali prove su strada, nel gelo artico o nel caldo del deserto, con prototipi ad un livello di sviluppo avanzato, preventivamente sottoposti a test intensivi nelle condizioni climatiche più estreme, consentendo di raggiungere standard qualitativi di livello superiore. Negli ultimi 125 anni, tale ambizione si è sempre più concretizzata attraverso la filosofia del più antico produttore di automobili al mondo.
Vetture e veicoli moderni prendono forma innanzitutto sullo schermo di un computer. Persino i primi crash test, le ricerche aerodinamiche o le prove delle sospensioni vengono inizialmente svolti nel mondo virtuale, anticipando di molto la costruzione del primo prototipo. Tali simulazioni non possono però sostituire il banco di prova ed il mondo reale. (ore 10:00)