Auburn Hills – La Fiat è salita al 53,5% in Chrysler. Lo ha comunicato la Casa automobilistica americana, sottolineando che Fiat ha rilevato la quota del Tesoro americano in Chrysler per 500 milioni di dollari e quella del Canada per 125 milioni di dollari. Fiat, quindi, è ora il maggiore azionista di Chrysler.
In serata il Lingotto ha diffuso il seguente comunicato stampa: <<Fiat ha acquisito oggi la partecipazione in Chrysler Group LLC del Canada, pari all’1,5% del capitale (on a fully-diluted basis), per un corrispettivo di 125 milioni di dollari Usa. Fiat ha, inoltre, acquisito oggi la partecipazione del 6% (on a fully-diluted basis) detenuta in Chrysler dal Dipartimento del Tesoro statunitense, per un corrispettivo di 500 milioni di dollari Usa, come previsto dagli accordi conclusi tra le parti ad inizio giugno. In base a tali accordi il Dipartimento del Tesoro statunitense ha inoltre ceduto a Fiat i diritti spettantigli in forza dell’Equity recapture agreement, concluso tra lo stesso Dipartimento del Tesoro e Veba il 10 giugno 2009, per un corrispettivo di 75 milioni di dollari Usa. Di tale importo, 15 milioni di dollari  sono stati corrisposti al Canada, in forza di accordi tra quest’ultimo ed il Dipartimento del Tesoro statunitense. A seguito di tali acquisizioni, Fiat detiene il 53,5% del capitale di Chrysler (tenuto conto dell’effetto di diluizione dei Class A membership interests detenuti dai membri, Fiat inclusa, che deriverà dalla realizzazione dell’ultimo Performance event (o Class B Event) contemplato dall’Operating agreement di Chrysler. A seguito della realizzazione dell’ultimo Performance event, previsto entro fine anno, Fiat deterrà il 58,5% del capitale di Chrysler Group LLC>>. (ore 18:15)