Bologna – La giovane vita di Francesca Poli, responsabile dell’ufficio stampa di GL events Italia SpA, la società che organizza il Motor Show, è stata stroncata sabato scorso da un male inesorabile, imprevedibile nel suo decorso che non ha concesso ai sanitari alcun tentativo, ma la triste notizia ci ha raggiunto oggi pomeriggio con una comunicazione di Giada Michetti, amministratore delegato di GL events Italia, che pubblichiamo integralmente.
<<Con grande tristezza vi comunico che Francesca Poli, responsabile del nostro ufficio stampa, è mancata lo scorso 6 agosto a causa di una malattia dal decorso rapidissimo ed imprevedibile. Francesca lavorava da molti anni in questa azienda e lascia in tutti noi che l’abbiamo conosciuta e stimata un grande vuoto. Ringrazio sentitamente quanti ci sono stati vicini in questo momento e quanti lo saranno nei prossimi mesi. Alle media relations rimane Daria Orsi a cui potete fare riferimento per ogni necessità. Un cordiale saluto. F.to Giada Michetti, amministratore delegato GL events Italia SpA>>.
Francesca Poli, 33 anni, ad aprile aveva lasciato il lavoro per il congedo di maternità e due mesi fa aveva dato alla luce la sua seconda bambina. Poi, una grave malattia dal decorso rapidissimo ha segnato il suo destino. Oltre all’ultima nata, Francesca lascia un’altra bimba di 4 anni e il marito Francesco Silipo, noto avvocato di Carpi. Dopo la maturità classica, Francesca aveva studiato filosofia all’Alma Mater, laureandosi nel 2002 con il massimo dei voti. Nello stesso anno, dopo un’esperienza di lavoro alla Fondazione Arturo Toscanini, era entrata alla Promotor International di Alfredo Cazzola, che grazie a uno stage di formazione l’aveva assunta nell’ufficio allora guidato da Maria Rita Tattini, attuale responsabile della comunicazione della Fondazione Ant. Francesca aveva continuato a lavorare nell’azienda anche dopo l’acquisizione da parte di Gl events, diventando responsabile dell’ufficio stampa.
——
Assillati da finanziarie che non piacciono, incendi devastanti, razioni quotidiane di omicidi stradali con gli immancabili immediati rilasci dei colpevoli, mentre seguiamo senza concederci tregua le vicende della Libia perché vogliamo sapere come andrà a finire con l’ineffabile colonnello Gheddafi, in questa estate afosa e umida che non conosce più latitudini, siamo raggiunti da una notizia che ci raggela e riempie di tristezza. Francesca Poli era uno di quei punti di riferimento per noi giornalisti dei quali non puoi fare a meno. Lei consapevole del suo ruolo ha sempre tenuto in alta considerazione il nostro lavoro e lo ha assecondato con cordialità e premura che andavano oltre il comportamento istituzionale. Disponibile, col sorriso che le illuminava il viso mentre ti ascoltava, aperta a tutte le soluzioni pur di agevolarci il lavoro. Quando ci ha annunciato che lasciava l’ufficio per la seconda maternità le abbiamo dato appuntamento per il prossimo Motor Show e lei aveva promesso “ci sarò”. Il destino cinico e beffardo l’ha portata via. A 33 anni! Per noi ci sarai, comunque, Francesca.
Mi ricordo una massima dell’imperatore romano Marco Aurelio: <<T’è capitato qualcosa? Essa dal complesso delle cose universali fin dal principio dei tempi è stata assegnata a te e quasi tessuta nella trama della tua esistenza>>. Ciao Francesca!
Al marito, alle due piccole rimaste senza mamma, ai familiari ed alla grande famiglia di GL events Italia giungano i sensi del nostro affettuoso cordoglio. (Renato Cortimiglia)