Torino – Fiat Group Automobiles SpA (Fga) ed il suo partner turco Tofas hanno siglato una lettera di intenti per la fornitura al Gruppo Chrysler di Fiat Doblò destinati alla commercializzazione negli Stati Uniti ed in Canada con il marchio Ram.
Eletto “International Van of the Year 2011”, il Doblò verrà esportato a partire da inizio 2013. L’accordo, che ha una durata di 7 anni, prevede la fornitura di un totale di 190mila unità del modello prodotto nello stabilimento Tofas a Bursa, il più grande in ambito automobilistico in Turchia.
Tofas investirà oltre 160 milioni di dollari per effettuare le modifiche necessarie all’ottenimento dell’omologazione per l’importazione negli Stati Uniti ed in Canada e per soddisfare le richieste di questi mercati. Tofas è una joint-venture tra Fga ed il Gruppo Koç, fondata nel 1968 e quotata alla Borsa di Istanbul.
Dalle linee dello stabilimento della Tofaş a Bursa il 26 luglio scorso è uscito il milionesimo esemplare del Doblò. Nato nel 2000 e da subito diventato il veicolo maggiormente rappresentativo sia del segmento dei veicoli commerciali leggeri (Doblò Cargo) sia di quello dei multispazio, il Doblò è stato il primo modello realizzato nello stabilimento di Bursa a essere destinato all’esportazione e in meno di dieci anni di vita ha superato un traguardo importante come quello del milione di esemplari prodotti, circa il 70 per cento dei quali destinati a essere venduti al di fuori dei confini turchi.
Realizzati in numerose varianti di allestimenti e motorizzazioni, Fiat Doblò e Fiat Doblò Cargo vengono commercializzati in 80 Paesi e fin dalla nascita si sono proposti come veicoli in grado di anticipare le esigenze dei clienti e di offrire una gamma sempre all’avanguardia per quanto riguarda tecnologia e innovazione.
L’ultimo esempio è il Doblò Natural Power, la versione a minimo impatto ambientale che adotta un 1.4 16v T-jet da 120 cv Euro 5 (benzina e metano) specifico, realizzato da Fiat Powertrain Tecnologies e progettato per la massima integrazione dei due impianti, uno a benzina e l’altro a metano (gas naturale Cng), senza riduzioni della volumetria del bagagliaio che rimane di 790 litri e di 3200 litri con i sedili abbattuti.
Il nuovo Doblò Natural Power offre un ottimo compromesso tra performance e consumi: infatti, è agile nel traffico ma al tempo stesso si dimostra brillante nelle lunghe percorrenze, il tutto a fronte di una sensibile riduzione dei costi di gestione. Senza contare che consente al cliente di circolare in tutte le aree urbane soggette a blocchi o a limitazioni del traffico. Dunque, il Doblò Natural Power è la risposta ideale per un impiego misto e conferma l’indiscussa leadership mondiale di Fiat nel campo delle vetture di primo impianto a doppia alimentazione benzina/metano (Oem). (ore 17:05)