Piaggio prosegue nell’internazionalizzazione

Piaggio prosegue nell’internazionalizzazione

Mandello del Lario – <<In uno scenario particolarmente complesso e imprevedibile, il Gruppo Piaggio sta perseguendo oggi una strategia di forte internazionalizzazione della presenza industriale e commerciale nelle aree del mondo a più alto tasso di crescita. In particolare, Piaggio sta realizzando una nuova e decisiva fase di sviluppo delle proprie operazioni in Asia, con l’obiettivo di raggiungere nei prossimi anni un fatturato sui mercati asiatici pari a circa 1 miliardo di euro. La volontà di accelerare lo sviluppo sui mercati asiatici sta spingendo il Gruppo Piaggio a rafforzare ulteriormente il piano di investimenti, rispetto a quanto era stato indicato nel piano industriale 2010-2013>>
Lo ha detto Roberto Colaninno, presidente e amministratore delegato del Gruppo Piaggio,  intervenuto oggi alla giornata inaugurale della “tre giorni” di festeggiamenti organizzata a Mandello del Lario in onore dei novant’anni di Moto Guzzi.
Per quanto riguarda l’India Colaninno ha annunciato che <<la costruzione del nuovo stabilimento due ruote, con capacità produttiva di 150.000 unità all’anno, procede secondo il timeline originale e il lancio della Vespa sul mercato indiano avverrà tra fine marzo ed inizio aprile 2012, come programmato. Rispetto al progetto originale, è previsto un allargamento della gamma dei veicoli a due ruote che saranno prodotti e commercializzati sul mercato indiano: alla Vespa (unico modello cui faceva riferimento il piano strategico 2010-2013) si aggiungerà fin dal 2012 lo scooter Fly. Dopo la Cina, l’India è il secondo mercato al mondo di veicoli a due ruote. Nel 2010 sono stati venduti sul mercato indiano oltre 11 milioni di pezzi, con una crescita del 30% rispetto all’anno precedente e del 50% se si considera solo il mercato degli scooter. Il trend positivo è stato confermato nei primi sei mesi del 2011: in questo periodo  l’India  è il Paese che ha registrato la maggior crescita tra i principali mercati mondiali sul mercato due ruote, con un progresso del 18.2% (+19,2 % negli scooter) rispetto al primo semestre 2010. In tale contesto, in virtù della forza del proprio portafoglio di brand e di prodotti, il Gruppo Piaggio ha allo studio l’ampliamento del nuovo impianto indiano, con l’obiettivo di raggiungere una capacità complessiva di 300.000 veicoli l’anno>>.
L’a.d. del Gruppo Piaggio ha anche parlato della strategia nell’Asia Pacific: <<Il successo della strategia industriale e di prodotto porterà il Gruppo Piaggio a superare l’obiettivo dei 100.000 veicoli venduti nell’area Asia Pacific nel 2011, con due anni d’anticipo rispetto alle previsioni che erano contenute nel piano industriale 2010-2013. Nel periodo gennaio-agosto di quest’anno è molto positivo l’andamento del mercato due ruote in Vietnam: +21% il mercato complessivo delle due ruote, +32% il settore scooter. Per far fronte alla forte crescita della domanda di veicoli due ruote in Asia Pacific, il Gruppo Piaggio ha già avviato l’incremento della capacità produttiva dello stabilimento vietnamita da 100.000 a 300.000 veicoli l’anno e la realizzazione dell’impianto motori, che avrà a regime una capacità produttiva di 250.000 unità l’anno. In entrambi i casi, parte della nuova capacità produttiva sarà già utilizzabile a partire dal 2012. L’impianto motori produrrà un innovativo propulsore a 3 valvole, che permetterà consumi ridotti rispetto ai motori tradizionali e sarà particolarmente adatto a soddisfare le esigenze dei clienti asiatici. Oltre agli investimenti industriali, il Gruppo Piaggio sta rafforzando anche la propria presenza commerciale in Asia Pacific. E’ molto promettente la partenza delle operazioni in Indonesia, terzo mercato mondiale delle due ruote: l’accoglienza riservata ai nostri prodotti porta ad una stima delle vendite, entro fine anno, superiore alle 12 mila unità. Il forte sviluppo sui mercati asiatici sta determinando una costante crescita delle performance complessive di vendita del gruppo Piaggio nel mondo. Nei primi 8 mesi del 2011, il gruppo Piaggio ha raggiunto il traguardo di circa 453.000 unità vendute (contro le 439.000 unità vendute nei primi 8 mesi dello scorso anno)>>.
Sollecitato dai giornalisti Colaninno ha parlato della centralità dell’Italia: <<Il forte sviluppo sui mercati asiatici è realizzato dal Gruppo Piaggio in una logica di internazionalizzazione delle produzioni, dei brand e delle competenze – non certo  di delocalizzazione – che consente a Piaggio di mantenere la centralità delle produzioni, dell’occupazione e degli investimenti realizzati in Italia. Un’ulteriore conferma di questa strategia è costituita dall’inizio dei lavori nel mese di agosto per la realizzazione del nuovo Centro Ricambi Worldwide a Pontedera, che consentirà di gestire in modo innovativo e tecnologicamente avanzato la logistica dei ricambi, degli accessori e dei servizi post-vendita a supporto delle operazioni globali del Gruppo. Il nuovo Centro ricambi, per il quale è previsto un investimento complessivo di 40 milioni di euro, occuperà una superficie di 65.000 metri quadrati, mentre i nuovi edifici svilupperanno una superficie complessiva di oltre 38.000 metri quadrati>>.
Infine, il rilancio di Moto Guzzi: <<Sarà riqualificata la fabbrica di Mandello del Lario. Grazie ai nuovi modelli 2011 come le Stelvio 1200 8v, anche in versione NTX, la Norge 1200 8v e la piccola “special” V7 Racer, il marchio Moto Guzzi nei primi otto mesi del 2011 ha infatti superato le 4.300 unità vendute in tutto il mondo. Una performance di crescita del 31% rispetto alle 3.280 unità del gennaio-agosto 2010, ancora più straordinaria se confrontata con i trend del mercato europeo della moto che, nei primi 8 mesi del 2011, ha fatto registrare un decremento dell’8%>>.
La “tre giorni” di festeggiamenti organizzata in onore dei novant’anni di Moto Guzzi e cominciata col record dei partecipanti. Le “Giornate Mondiali Guzzi” si avviano infatti a superare i 20.000 partecipanti, un numero nettamente superiore a quello della precedente edizione, svoltasi nel 2007, giunti da ogni parte d’Italia, d’Europa e del mondo per celebrare il novantesimo anniversario del “marchio dell’aquila” fondato nel 1921 da Emanuele Vittorio Parodi, il figlio Giorgio e l’amico Carlo Guzzi, ed entrato a far parte a fine 2004 del Gruppo Piaggio. Oltre 50 i Paesi rappresentati dai centauri che, dall’inizio di questa settimana, stanno arrivando a Mandello del Lario. Un’ulteriore conferma di come Moto Guzzi sia non solo uno dei marchi motociclistici più noti in tutto il mondo, forte di 14 titoli mondiali velocità e 11 Tourist Trophy vinti, ma anche parte essenziale della storia delle due ruote, grazie a modelli come il leggendario Galletto, la straordinaria Otto Cilindri e le bicilindriche V7 Special, California e Le Mans, che hanno imposto a livello internazionale l’inconfondibile motore a V di 90° con trasmissione cardanica che “firma” tutta la produzione attuale Moto Guzzi, da 750 a 1200 cc.
Nei tre giorni di festa sulle rive del ramo lecchese del Lago di Como, la storica sede Moto Guzzi di via Parodi 57, al centro di un importantissimo programma di investimenti che riguarda sia gli impianti produttivi, sia soprattutto le future gamme prodotti e le nuove motorizzazioni di questo glorioso marchio motociclistico, sarà aperta a tutti gli appassionati per una vera e propria full immersion nell’universo Moto Guzzi. I visitatori potranno muoversi lungo un percorso che li porterà a scoprire sia i lavori di rinnovamento e riqualificazione dello storico stabilimento del “marchio dell’aquila” e i luoghi simbolo del mito Guzzi, come la suggestiva e monumentale Galleria del Vento del 1950, i reparti produttivi e il Museo Moto Guzzi.
Al “vernissage” di questo nuovo percorso all’interno di uno dei luoghi di culto del motociclismo mondiale hanno preso parte, oggi, i vertici del Gruppo Piaggio guidato da Roberto Colaninno. Domani, sabato 17 settembre, si annuncia come una grande giornata, il momento centrale delle GMG 2011. Mandello del Lario sarà “invasa” dal picco massimo di appassionati giunti da tutto il mondo. E quel giorno sarà Ringo, direttore artistico e Rider DJ di Virgin Radio, il mattatore delle GMG. Dal palco in riva al lago, direttamente al suo microfono, i motociclisti condivideranno la loro passione e saranno protagonisti coi loro racconti di viaggio e di amicizia. La festa proseguirà fino alla sera con le premiazioni dei Guzzisti e dei Club, fino ad arrivare al grande concerto Moto Guzzi Rock Live. In un’area dedicata sarà possibile incontrare i designer del Centro Stile che illustreranno gli elementi distintivi dello stile dei modelli di oggi e di domani, il percorso avrà il suo apice all’interno di uno “scrigno tecnologico”: un ambiente multimediale dentro il quale sarà possibile “vivere” il futuro di Moto Guzzi. Oltre alla visita saranno tantissimi i momenti di aggregazione, per sentirsi al 100% parte della grande famiglia dei Guzzisti, come la straordinaria parata storica che si svolgerà nella mattinata di domenica 18 settembre.
Imperdibili, infine, i test ride, durante i quali sarà possibile provare su strada tutte le ultime novità della gamma Moto Guzzi: la viaggiatrice e ammiraglia Norge GT 8V, l’avventurosa Stelvio 8V, disponibile anche nella superaccessoriata versione NTX, e l’affascinante V7 Classic. Alle GMG 2011 è stata inoltre presentata la California 90, una pregiata versione speciale, commemorativa del novantesimo anniversario Moto Guzzi,  della custom italiana più nota in tutto il mondo. La California 90 vanta l’allestimento più lussuoso mai realizzato su questo glorioso modello. (ore 19:15)

NO COMMENTS

Leave a Reply