Padova – La chiave del successo? <<Fare sempre meglio quello che si sa fare bene>>. Così Vincenzo Bozzo, amministratore delegato di AutoScout24, piattaforma europea di Deutsche Telekom, commenta i risultati dell’analisi di Databank dalla quale emerge come la prima (e unica tra le top 20) azienda internet per i ricavi 2009.
Databank, la divisione di Cerved specializzata nell’analisi di mercato, ha tracciato una mappa dell’eccellenza made in Italy prendendo i bilanci di 37.000 aziende in oltre 200 segmenti di mercato diversi che tra il 2006 e il 2009 hanno fatturato più di 5 milioni. Aziende chehanno saputo cogliere i cambiamenti scaturiti dalla situazione di crisi contingente e trasformarle in opportunità di business.
<<La congiuntura economica – commenta infatti Vincenzo Bozzo – ha accelerato il processo di migrazione dei dealer verso l’online. Perché il web ha un ritorno diretto dell’investimento, che il nostro cliente può immediatamente toccare con mano, attraverso telefonate e mail determinate dal sito. In pratica molte concessionarie hanno preferito tagliare altrove, dove non c’erano ritorni così diretti e puntare molto sulla strategia online>>.
Sul sito AutoScout24.it, infatti, sono presenti costantemente oltre 300.000 annunci di auto, il 75% dei quali proveniente dai dealer, e oltre 25.000 di moto e scooter. Questo significa che attraverso la piattaforma passa la quasi totalità delle vetture dei concessionari ufficiali e rivenditori monomarca, tra l’80% e il 90%.
AutoScout24, grazie ad una crescita annua che nel periodo in oggetto si è attestata al 26.6%, ad un fatturato che nel 2009 ha superato i 16 milioni di euro ed una redditività del 49.3%,è al sesto posto a livello nazionale, grazie al suo posizionamento distintivo, ha saputo conquistare e mantenere la leadership nel settore online.
“AutoScout24 è la prima piattaforma italiana di compravendita di motori online, con circa 10 milioni di visite e 4-5 milioni di utenti unici al mese (Fonte: Nielsen). (ore 10:00)