Genova – Eco Mobility On Tour, inaugurata al Porto Antico di Genova, è il progetto dimostrativo per promuovere l’uso dell’auto elettrica finanziato dalla Provincia di Genova ed organizzato in collaborazione con Cna, Confartigianato e Muvita. All’iniziativa partecipano Toyota, Mitsubishi e Peugeot.
Toyota ha avviato lo scorso anno un programma globale su strada con una flotta di Prius Plug-in, sul mercato  dal prossimo anno. Anche l’Italia ha ottenuto una flotta di ibride ricaricabili per promuoverne la conoscenza e i vantaggi sul mercato nazionale. Toyota è impegnata da decenni nello sviluppo di automobili a basso impatto ambientale ed ha definito il suo percorso verso l’auto ad emissioni zero puntando sulla tecnologia full hybrid (benzina + elettrico) che rappresenta l’elemento centrale della sua strategia.
Dall’esperienza di 14 anni di auto ibride sul mercato, con oltre 3,3 milioni di esemplari Toyota e Lexus venduti nel mondo ed una gamma articolata su diversi modelli, 6 dei quali commercializzati in Europa e in Italia, Toyota continua la sua sfida verso la riduzione delle emissioni in atmosfera seguendo un percorso di  progressiva elettrificazione delle auto. Prius Plug-in rappresenta l’evoluzione più recente della tecnologia Hybrid Sinergy Drive ed è il primo veicolo ibrido elettrico con tecnologia plug-in (Phev) di Toyota destinato alla produzione in serie.Offrendo una considerevole estensione delle potenzialità del sistema Hybrid Synergy Drive, la Prius Plug-in è equipaggiata con batterie agli Ioni di Litio per offrire un’autonomia in modalità elettrica (EV) di circa 23 chilometri. Al di là di tale autonomia elettrica, il veicolo non impone una sosta per la ricarica perché il suo utilizzo può proseguire come un full hybrid convenzionale, con tutta l’efficienza di Prius. Appena possibile la Prius Plug-in potrà essere ricaricata in solo 1 ora e 30 minuti mediante una normale presa elettrica domestica da 230V. Grazie al sistema Hsd in grado di garantire una potenza totale di 100 kW, la Prius Plug-in consente un’accelerazione 0-100 km/h in 10,7 secondi, con una velocità massima di 180 km/h. L’autonomia EV di circa 23 chilometri rende possibile un’efficienza dei consumi davvero eccezionale, pari a soli 2,1 l/100 km, abbassando le emissioni di CO2 fino a 49 g/km. Con un peso di circa 1.420 kg, la Prius Plug-in è solo 50 kg più pesante rispetto al modello standard, al pari di qualsiasi altro veicolo diesel o benzina appartenente allo stesso segmento.
Si prevede, entro la fine di questo decennio, un significativo incremento della domanda di veicoli ecologici per i pendolari. L’attenzione dell’industria si concentra oggi sull’elettricità come risorsa energetica più versatile. In tale contesto i meriti ambientali dei veicoli elettrici sono ben dimostrati, e il loro futuro nella realizzazione di una mobilità sostenibile è assicurato. Il futuro sviluppo di questi veicoli è ad oggi comunque ostacolato dal peso, dalle dimensioni e dai costi delle batterie necessarie a offrire un’autonomia soddisfacente, oltre che dalla mancanza di infrastrutture di ricarica adeguate.
La Prius Plug-in si propone di risolvere ciascuno di questi limiti, diventando la soluzione a breve e medio  termine per l’elettrificazione delle trasmissioni. Basandosi sulla piattaforma tecnologica Hybrid Synergy Drive®, la Prius Plug-in rappresenta un nuovo punto di riferimento in termini di mobilità sostenibile, offrendo ai clienti desiderosi di spostarsi nelle aree urbane il meglio delle due realtà.
Come dimostrato dalla ricerca   svolta dalla società di consulenza Accenture sull’elettrificazione del trasporto privato, la tecnologia Phev di Toyota riesce a soddisfare le attuali necessità dei consumatori. La ricerca dimostra infatti come i clienti preferiscano i Phev rispetto agli Ev dal momento che essi necessitano di meno cambiamenti rispetto alle attuali abitudini di guida e ai livelli di comfort.
Rivolgendosi alle esigenze specifiche dei pendolari che si spostano regolarmente verso le aree urbane, la Prius Plug-in riuscirà ad attirare una tipologia di clienti molto simile a quella che già in passato era stata affascinata dalla prima generazione Prius: clienti moderni e dotati di sensibilità ambientale, attratti dalle straordinarie caratteristiche di questo nuovo veicolo, dalle eccezionali credenziali ambientali e dalla sua elevata tecnologia.
Mitsubishi Motors partecipa all’iniziativa con la  i-MiEV. Inoltre Mitsubishi ha aderito al Festival dell’Energia di Firenze con una i-MiEV  completamente decorata con la nuova livrea ideata da Repower. Una seconda i-MiEV sarà protagonista del test drive eco sostenibile con le istituzioni, le aziende toscane e la stampa organizzato da Viva.
Il Festival dell’Energia è anche il palcoscenico scelto da Repower, operatore che dedica la sua attività di  consulenza e vendita di energia elettrica e gas alle aziende e partner di Mitsubishi Motors Italia da quasi un anno per lo sviluppo della mobilità sostenibile, per annunciare l’innovativa proposta “Verde Dentro” che è un’originale proposta dedicata alle strutture ricettive, alle imprese e ai Comuni che fanno dell’attenzione
all’ambiente un caposaldo della propria cultura e immagine istituzionale. Un’offerta inedita che vuole favorire le aziende nell’adozione di comportamenti green a 360 gradi, per contribuire concretamente a un futuro eco-sostenibile.
“Verde Dentro” si compone di più elementi: fornitura di energia elettrica certificata, mobilità elettrica ed efficienza energetica. Per la prima volta sul mercato accorpati in un’unica fattura comprensibile, dove beni e servizi sono inclusi nel costo del kilowattora con un’offerta chiara e trasparente. “Verde Dentro” è uno strumento per le imprese che pone l’aspetto green al centro del modello di innovazione e differenziazione competitiva.
La fornitura “Verde Dentro” è prodotta da fonti rinnovabili e corredata della certificazione di provenienza dell’energia che ne attesta l’impianto di produzione e la fonte di generazione (idroelettrico, eolico, solare).
Mobilità elettrica e colonnina di ricarica In aggiunta all’energia, con l’obiettivo di promuovere l’adozione di comportamenti proiettati verso un maggior rispetto dell’ambiente, Repower si avvale della partnership con Mitsubishi Motors Italia e con Oxygen, per dare un sostanziale contributo anche allo sviluppo della mobilità elettrica.
La flotta “Verde Dentro” si compone quindi di due mezzi: la citycar elettrica i-MiEV di Mitsubishi e il  CargoScooter professionale Oxygen, entrambi alimentati da batterie agli ioni di litio. Non manca nel progetto la colonnina di ricarica che in questo caso è un oggetto di design, moderno ed elegante, disegnato da Italo Rota e Alessandro Pedretti, appositamente per Repower.
I veicoli sono proposti insieme alla fornitura elettrica con un contratto di comodato d’uso che si avvale di una partnership con LeasePlan, società leader nel noleggio a lungo termine di flotte aziendali.
Infine Repower offre ai suoi clienti, da sempre, un consulente dell’energia dedicato per l’intera durata della  fornitura, che ha oggi in mano un sofisticato software per il calcolo dell’efficienza energetica per alberghi e ristoranti. In questo modo la struttura ricettiva ottiene indicazioni puntuali su come intervenire per risparmiare energia, adottando pratiche più efficienti.
Anche Peugeot iOn continua ad essere al centro dell’interesse di numerose manifestazioni che si  stanno organizzando un po‘ in tutta Italia con l‘obiettivo di diffondere la sensibilità per una nuova mobilità  urbana sostenibile. A metà settembre è stata tra le protagoniste di Zeroemission Roma, la grande kermesse capitolina dedicata alle energie rinnovabili e alla sostenibilità ambientale. Dopo Roma, la Peugeot 100% elettrica si è trasferita a Genova per partecipare al roadshow ideato dalla Provincia in concomitanza con il Salone nautico per promuovere l‘utilizzo del veicolo elettrico.  Un evento in sei tappe distribuite nei tre week-wend compresi fra il 23 settembre ed il 9 ottobre e coinvolgerà alcuni dei comuni della provincia ad elevata frequentazione di pubblico, come Camogli, Recco, Arenzano e Lavagna.
Il roadshow è l’inizio di un processo di ampia portata che coinvolge anche il Porto di Genova (che punta a  diventare il primo “porto verde”) e che prevede lo sviluppo reale nella dotazione di auto elettriche nel  capoluogo ligure già nei mesi prossimi.
Peugeot iOn sarà anche a No Smog Mobily di Palermo (30 settembre – 2 ottobre), prima rassegna siciliana  interamente dedicata alla mobilità sostenibile: privata e pubblica, individuale e collettiva, di persone e merci.
Il pubblico potrà apprezzare la manovrabilità, la silenziosità e la versatilità di iOn all’interno di un mini-circuito cittadino ricavato fra le stradine del centro storico di Palermo. (ore 17:00)