Social network, Fiat leader

Social network, Fiat leader

0 4

Milano – OssCom, Centro di ricerca sui media e la comunicazione  dell’Università Cattolica, e Digital PR presentano il secondo report di “Brands & Social Media. Osservatorio su 100 aziende e la comunicazione sui social media in Italia” relativo al settore “Automobili”. Dopo il primo, riguardante il settore “Consumer Technologies”, nel nuovo report vengono analizzate le attività delle prime venti aziende per volumi di immatricolazione di auto nuove attive sul mercato italiano secondo i dati diffusi dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e da Anfia.
La ricerca ha permesso di stilare una classifica delle aziende operanti sui social media che tiene conto sia dell’investimento in termini di comunicazione (come ad esempio la frequenza di aggiornamento dei profili e la loro personalizzazione), sia dell’interazione degli utenti (come attestano il numero di commenti e di like ai wall post su Facebook o i retweets su Twitter). In questo modo vengono valorizzate sia le strategie comunicative aziendali di tipo multi-piattaforma sia quelle mono-piattaforma che utilizzano in modo intensivo soltanto uno o due strumenti di social communication (come nel caso di Alfa Romeo).
La classifica è dominata da Fiat, che distribuisce la sua comunicazione su tutti i social network considerati, incluso il blog, pubblicando con frequenza sostenuta e regolare nuovi contenuti e stimolando un notevole coinvolgimento degli utenti. Si conferma il ruolo consolidato di Facebook e quello emergente di YouTube, mentre il blog aziendale è poco utilizzato. Un fattore di forte differenziazione è costituto dalla localizzazione dell’azienda. Appaiono, infatti, molto forti nella comunicazione su social network i tre brand italiani (Fiat, Lancia e Alfa Romeo) e in generale le aziende europee, in particolare le francesi (Citroën, Renault, Peugeot). Le aziende di altri continenti non sono in classifica anche perché scelgono di comunicare sui social network solo attraverso canali internazionali o pensati per l’intera Europa (è il caso di Hyundai, Toyota e Suzuki a cui si uniscono Mercedes-Benz che ha un blog e un profilo YouTube in corso di riattivazione in questi mesi ma non aggiornati dal punto di vista dei contenuti ufficiali nel periodo scelto per l’analisi e Chevrolet che sta però avviando profili in lingua italiana). Le uniche straniere extraeuropee presenti sul mercato italiano con profili nella nostra lingua sui social network sono Ford, che si colloca al quinto posto ex aequo con Peugeot, e Nissan. 
<<Si conferma l’utilizzo di una strategia multicanale e multimedia anche nel mondo social, anche se alcune aziende prediligono l’utilizzo di una strategia mono-platform e diverse sono le iniziative attivate successivamente al periodo di analisi, fatto che testimonia di una fase di attenzione e di investimento sulle piattaforme social ancora effervescente e sperimentale, destinata progressivamente ad arrivare a un punto di consolidamento. Gli utenti appaiono molto coinvolti sui profili, in particolare delle case automobilistiche italiane, attivando vere e proprie forme di fandom che non si esauriscono nei social network ma proseguono nei forum e nelle branded community, da cui originariamente provengono, come accade per Alfa Romeo che ottiene ottimi risultati sulla pagina di Facebook>>, spiega Fausto Colombo, direttore di OssCom.
<<Da molti anni – dichiara Nicolò Michetti, amministratore delegato di Digital PR – seguiamo da vicino e con interesse l’automotive, uno dei settori più attivi e maturi in rete. Il report testimonia ancora una volta che i social network stanno divenendo sempre di più un elemento strategico fondamentale per la comunicazione delle aziende, e nella fattispecie anche delle case automobilistiche, da sempre al centro dell’attenzione sul web. Sono premiati soprattutto i marchi che decidono di investire nel social dedicando risorse, strutturando piani di lungo termine e aprendosi al confronto con gli utenti. Nell’ottica di contribuire a costruire un prodotto migliore>>.
La ricerca, prima nel suo genere, si propone di analizzare le iniziative di comunicazione nei social media in Italia da parte di 100 aziende top nazionali ed estere distribuite su cinque settori (Consumer Electronics, Automobili, Banche/Assicurazioni, Retail/Grande Distribuzione e Servizi) attraverso una mappatura analitica delle loro attività sui social media. Il terzo report, dedicato a Banche/Assicurazioni sarà rilasciato nel mese di ottobre.
Sono stati oggetto di analisi solo i profili aziendali ufficiali istituzionali in lingua italiana di cui sono stati rilevati parametri finalizzati a comprendere il grado di esposizione delle aziende sui social media; la coerenza delle iniziative proposte; l’identificazione degli spazi e delle modalità di interazione con gli utenti e lo stile comunicativo. (ore 20:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply