San Marino – Ormai le auto ecologiche sono entrate a far parte del nostro villaggio globale e non sarebbe più concepibile immaginare un domani senza l’utilizzo di veicoli più ecologici di quelli che oggi circolano sulle nostre strade. Ma quale sarà la vera auto ecologica del prossimo futuro? Una prima risposta si potrà avere seguendo il messaggio ambientale che viene dall’attuale mobilità ecosostenibile: sta per partire il VI Ecorally Internazionale – San Marino – Città del Vaticano riservato ai veicoli alimentati ad energia alternativa. Il via della manifestazione, che ha lo scopo di dimostrare come i veicoli ecologici siano attuali, immediatamente disponibili e performanti, verrà dato dalla Repubblica di San Marino sabato 15 ottobre, quando i veicoli in gara partiranno dal fantastico scenario del Monte Titano e attraverseranno l’Italia diretti a Roma – anzi nello Stato Città del Vaticano, per precisione – toccando caratteristiche località di Romagna, Marche,Toscana, Umbria e Lazio.  Percorso “internazionale” dunque, per il VI Ecorally, ma anche gara ufficiale di regolarità inserita nel calendario Coppa Fia Energie Alternative e percorso eco-gastronomico a cui potranno partecipare anche i privati cittadini con i loro normali veicoli, se ecologici, usati quotidianamente, volendo con famiglia, bambini compresi, a bordo. Naturalmente tutti si sfideranno al meglio per superare le prove di regolarità, ma tutti avranno la stessa possibilità di vittoria in una delle tante categorie.
La gara gode del particolare patrocinio dell’Ambasciata d’Italia a San Marino ed è inserita nell’ambito degli eventi per la celebrazione del 150mo dell’Unità d’Italia previsti dall’Ambasciata d’Italia, ma non si tratterà di un semplice passaggio da un piatto all’altro: la gara di regolarità sarà una bella sfida e i concorrenti dovranno seguire il classico Road Book dei Rally con controlli di percorso, verifica della velocità media imposta e dei rilievi cronometrici di precisione. Non sempre prevalgono i campioni forti della loro esperienza; anche gli automobilisti alle prese con le prime conoscenze col cronometro, supportati dall’entusiasmo e magari da un pò di fortuna, che non guasta mai, possono farsi valere.
Anche quest’anno con il classico Ecorally Fia avrà luogo la gara per l’assegnazione del III Trofeo Nello Rosi, in memoria dello storico fondatore e per anni attivo presidente del Consorzio Ecogas, con il III Ecorally-Press,  promosso dal Consorzio Ecogas in collaborazione con Assogasliquidi/Federchimica, riservato a stampa e operatori dell’informazione, ai quali verrà data la possibilità di confrontarsi e gareggiare con un veicolo ecologico in un percorso impegnativo di regolarità stradale. Molti “tecnici” infatti talvolta parlano di auto ecologiche, ma pochi hanno avuto la possibilità di usarle durante un vero e proprio “viaggio”.
Il percorso dell’Ecorally: due i punti di partenza dell’impegnativa manifestazione, che vedrà oltre 50 veicoli in gara. Da San Marino, sabato alle 08:30, partiranno le auto partecipanti alla Coppa Fia Energie Alternative iscritte al VI Ecorally e si dirigeranno verso sud, passando da Apecchio (PU) e San Sepolcro (AR), impegnandosi in alcune prove di regolarità. Ad Arezzo si congiungeranno alle auto della stampa, in gara nel III Ecorally Press, partite da Torino, sempre sabato 15 alle 08:30, in occasione della manifestazione “Viva l’Auto”. Il III Ecorally Press scenderà da Torino verso Alessandria e Genova, con l’omaggio al monumento dei Mille a Quarto, poi verso Lucca e Firenze, per riunirsi ad Arezzo con le auto partite da San Marino.
Insieme  percorreranno la seconda semitappa passando da Assisi, in omaggio a San Francesco, patrono d’Italia e dell’ambiente, e poi verso Monte Vibiano Vecchio (PG) con sosta all’Azienda Agricola 360 Green Revolution,’azienda ed emissioni zero a 360 gradi. Nuovo riordino e ultimo tratto fino a Ponzano Romano (RM) dovrà avrà termine la prima Tappa.
La mattina dopo, partenza per l’ultima fatica verso Roma con arrivo conclusivo in Piazza San Pietro, dove le auto saranno esposte fino all’Angelus delle 12:00 di Papa Benedetto XVI , che sin dalla sua ascesa al Soglio Pontificio ha dimostrato grande sensibilità per i temi ambientali. Trasferimento infine per la cerimonia conclusiva in un caratteristico ristorante della campagna romana, ricca cucina e premi per tutti.
500 km di gara per il VI Ecorally Fia e oltre 700 per il III Ecorally Press. Saranno 5 le verifiche di regolarità e 2 i punti dedicati al  controllo segreto. Competizione impegnativa, ma alla portati di tutti, che si svolgerà con il patrocinio della Segreteria di Stato alla Pubblica Istruzione Cultura e Politiche Giovanili, della Segreteria di Stato per il Territorio ed Ambiente, della Segreteria di Stato al Turismo e Sport, dell’Ambasciata d’Italia a San Marino. La sovraintendenza tecnica è a cura della Fams (Federazione Auto Motoristica Sammarinese) tramite  i propri gli ufficiali di gara; i rilevamenti cronometrici della Fscr (Federazione Sammarinese Cronometristi). Il Consorzio Ecogas e Assogasliquidi-Federchimica daranno l’assistenza tecnica e organizzativa. (ore 10:00)