Toyota City – Toyota ha annunciato la decisione di intraprendere due importanti percorsi di rinnovamento della strategia produttiva in Europa, destinati ad ottimizzare l’efficienza degli impianti presenti nel continente e a incrementare la localizzazione del segmento C. La produzione delle varianti hatchback dei veicoli costruiti in Europa (benzina, diesel e ibridi) verrà consolidata presso Toyota Motor Manufacturing UK (TMUK). Attualmente, la Toyota Auris viene costruita sia presso la fabbrica in Turchia (versioni benzina e diesel) sia nel Regno Unito (versioni benzina, diesel ed ibride). Oltre a questo, Toyota ha deciso che la produzione della variante berlina sarà affidata a Toyota Motor Manufacturing Turkey (TMMT). Questi cambiamenti comporteranno nuovi investimenti e nuove assunzioni per le due strutture. In totale, questo investimento ammonterà a circa 265 milioni di Euro. TMUK prevede un aumento dei posti li lavoro che potrà raggiungere le 1.500 unità, con assunzioni che inizieranno verso la metà del 2012, con una prima fase che dovrebbe coinvolgere circa 500 lavoratori. TMMT prevede invece un aumento dei posti di lavoro pari a circa 400 unità, con assunzioni che dovrebbero iniziare nella seconda metà del 2012.
La Toyota Auris viene attualmente prodotta sia da TMUK che da TMMT. Con l’accorpamento della produzione della nuova Auris in un singolo impianto (TMUK), Toyota potrà ottimizzare e migliorare l’attuale capacità produttiva della fabbrica, ottenendo così un maggiore livello di efficienza. Oltre a questo, TMUK continuerà a produrre sulla stessa linea anche la Toyota Avensis.
Attraverso un comunicato correlato, Toyota ha inoltre annunciato il nuovo piano per affidare la produzione  della nuova berlina di segmento C a TMMT, nell’impianto di Sakarya, in Turchia. Questo nuovo modello,  sarà costruito insieme alla Toyota Verso.
L’inizio della nuova strategia di produzione è previsto entro i prossimi due anni. Questa nuova impostazione  incrementerà il volume totale dei veicoli destinati al segmento C prodotti in Europa.
<<Questo annuncio conferma ulteriormente l’importanza delle strutture di TMUK e TMMT per Toyota, sulla stessa linea del piano di incremento della produzione locale dei veicoli venduti in Europa – ha detto parole di Didier Leroy, presidente e eco di Toyota Motor Europe – Nel segmento C, la variante hatchback è per Toyota un veicolo fondamentale, perché estremamente competitivo all’interno del mercato automobilistico europeo, mentre le berline sono tra le più vendute nell’Europa dell’Est, in Turchia e negli altri paesi della stessa regione. Siamo molto fiduciosi di come le nostre strutture nel Regno Unito e in Turchia, assieme ai nostri dipendenti e fornitori, possano continuare a costruire prodotti di qualità superiore e contribuire alla futura crescita di Toyota in Europa>>.
Annunci di investimenti e annunci di soddisfazione: le verifiche per l’omologazione finale hanno confermato il primato della nuova Lexus GS 450h nella sua categoria in termini di emissioni di CO2, con lo straordinario risultato di 137 g/km, migliore di qualsiasi veicolo diesel o ibrido prodotto dalla concorrenza.
La nuova GS 450h è equipaggiata con sistema Lexus Hybrid Drive di seconda generazione, la cui trazione posteriore è garantita dal funzionamento congiunto di un motore termico 3.5 V6 e di un compatto motore elettrico con raffreddamento ad acqua. Per ottenere il massimo dell’efficienza, il motore termico utilizza il ciclo Atkinson unito alla nuova iniezione benzina Lexus D-4S. Nonostante la potenza totale di 343 cavalli, questo nuovo sistema detiene prestazioni ambientali eccezionali. Se paragonate a quelli del modello precedente, i consumi sono stati ridotti di oltre il 23%, raggiungendo soli 5,9 litri per 100 km, con emissioni di CO2 scese fino a 137 g/km e un’ulteriore riduzione dei livelli di NOx e particolato (PM).
Tra tutti i veicoli alimentati con sistemi paragonabili a questo, la combinazione tra potenza e basse emissioni ha consentito alla nuova GS 450h di raggiungere il primo posto in termini di efficienza, con un rapporto di 2,50 cv per grammo di CO2. Grazie ai suoi 343 cavalli, la GS 450h dispone di una velocità e di un’accelerazione forse anche migliori rispetto a quello che ci si attenderebbe da un motore V8, con un’efficienza dei consumi paragonabile però a quella di un 4 cilindri. La nuova GS 450h detiene un’accelerazione 0-100 km/h in 5,9 secondi, con una velocità massima di 250 km/h limitata elettronicamente. (ore 12:16)