Washington – In occasione dell’Assemblea generale della Fiva ( Fédération Internationale des Véhicules Anciens)  è stato dato incarico all’Asi di organizzare il Rally Motociclistico Mondiale 2012 e il presidente Roberto Loi ha accettato di buon grado l’importante incarico. Si tratta di un evento molto rilevante, che si svolgerà in Italia dal 29 giugno all’1 luglio, in un area ancora da stabilire, che richiamerà un gran numero di appassionati delle due ruote che giungeranno da tutta Europa e da altri continenti, tenuto conto che, con le recenti adesioni di Paesi quali Stati Uniti d’America e Cina, la Fiva è rappresentata in tutto il mondo.
Ancora una volta l’Asi è chiamata ad un impegno di portata mondiale. Infatti la Federazione italiana negli ultimi anni è stata incaricata di  organizzare in Italia due Forum internazionali sulla Conservazione e restauro dei veicoli (nel 2004 e nel 2008) ed ha realizzato il Fiva World Rally 2009 automobilistico, con la presenza di 110 equipaggi.
Il Rally Fiva Motociclistico  2012 rappresenta, dunque, un’ulteriore affermazione dell’Asi nel consesso mondiale e una opportunità turistico-culturale per il nostro Paese. La motocicletta è il mezzo che meglio consente di immergersi totalmente nel paesaggio, potendone ammirare ogni aspetto in completa libertà e nel nostro paese tali occasioni certo non mancano!
Nell’occasione dell’Assemblea generale della Fiva Palmino Poli, da anni è responsabile in Asi della Commissione manifestazioni motociclistiche, è stato nominato presidente della Commissione motocicli. Poli va ad aggiungersi nel board della Fiva a Roberto Loi, senior vice president e a  Renato Pujatti,  presidente della Commissione veicoli commerciali e militari. Nessun altro Paese ha tre rappresentanti in questo consesso, a testimonianza dell’importanza mondiale assunta dall’Asi che ha saputo fare crescere il movimento collezionistico nazionale, creando nel tempo un parco di veicoli molto ben conservati e rappresentativi sul piano tecnico ed estetico, della storia e del progresso.
La “Fédération Internationale des Véhicules Anciens” (Fiva) che ha sede a Parigi, è stata fondata nel 1966, a seguito della richiesta di numerose organizzazioni, che rappresentavano gli interessi dei collezionisti di veicoli storici nei diversi Paesi. I fondatori erano convinti, che non fosse più possibile procrastinare la nascita di un organismo internazionale, che  promuovesse e salvaguardasse gli interessi dei veicoli storici nel mondo intero. Attualmente la Fiva conta più di 85 organizzazioni in oltre 60 Paesi, nei 5 Continenti e rappresenta più di 1.500.000 appassionati di veicoli storici. (ore 09:14)

NO COMMENTS

Leave a Reply