Torino – Dopo una vivace tre giorni, si sono conclusi domenica sera il XXX Automotoretrò e il III Automotoracing, con un risultato molto lusinghiero: 36mila visitatori, 2.000 in più  rispetto al  2011 con  650 espositori in aumento del  10%  sempre sulla passata edizione che era stata quella dei record.
Da notare, che mai nella sua lunga storia Automotoretrò aveva occupato tutti i padiglioni di Lingotto Fiere, coprendo una superficie di circa 50mila metri quadri. Un risultato molto soddisfacente, anche tenendo conto delle condizioni atmosferiche eccezionali, che hanno di certo tenuto lontano un buon numero di visitatori potenziali, che non se le sono sentita di affrontare la trasferta.
Gli sforzi degli organizzatori sono stati premiati sia dall’afflusso dei visitatori – la voglia di auto storiche e da competizione è sempre viva nel pubblico che dalla fiducia, che ancora una volta gli operatori hanno confermato alla manifestazione torinese, sempre vivace anche sotto l’aspetto del business.
Molto rilevante la presenza di visitatori stranieri, nella giornata di sabato si contavano circa 300 appassionati francesi, provenienti da Lione ,Grenoble, Chambery e Nizza giunti a Torino con pullman organizzati dai loro club. Gli espositori stranieri rappresentano ormai stabilmente oltre il 10% dei operatori presenti.
Automotoretrò ha ben meritato la qualifica di internazionale attribuita proprio quest’anno dalla Regione Piemonte. (ore 16:10)