Naberezhnye Chelny – Rappresentanti del governo russo hanno visitato oggi lo stabilimento di Cnh-Kamaz a Naberezhnye Chelny, Tatarstan, per prendere atto dello stato di avanzamento delle attività della joint venture, creata nell’ottobre del 2009. L’alleanza fra Cnh, società del Gruppo Fiat Industrial leader globale nel settore delle machine per l’agricoltura e le costruzioni, e Ojsc Kamaz, uno dei principali costruttori di veicoli industriali pesanti, ha lo scopo di mettere a disposizione le tecnologie avanzate di Cnh alla Federazione Russa, per contribuire allo sviluppo e alla modernizzazione del settore agricolo.
L’evento, svoltosi alla presenza della stampa nazionale e locale, ha registrato la partecipazione di una folta delegazione del governo, guidata da Rustam Minnikhanov, presidente della Repubblica del Tatarstan. Presenti anche Marat Akhmetov, vice primo ministro e ministro dell’Agricoltura della Repubblica del Tatarstan; Sergej Kogogin, direttore generale di Kamaz; Sergio Marchionne, presidente di Fiat Industrial e di Cnh Global; Franco Fusignani, presidente e Ceo di New Holland Agriculture e di Cnh International; oltre ad altri rappresentanti di Cnh.
Lo stabilimento di Cnh-Kamaz si estende su oltre 45.000 metri quadrati di aree coperte e produce macchine con il marchio New Holland dal 2010. È stato completamente rinnovato per raggiungere una capacità produttiva di 5.000 unità l’anno ed è oggi pienamente operativo. La crescita della produzione è stata rapida, con un aumento del 40% nel 2011 rispetto all’anno precedente, e con una pari crescita prevista nel 2012. La joint venture ha inoltre allargato continuamente la gamma delle macchine agricole prodotte localmente, introducendo i modelli di ultima generazione dei trattori ad elevata potenza T8 e T9 e, più recentemente, la nuova mietitrebbiatrice CX6090, prodotta su linee dedicate.
La visita si è conclusa con la firma di un memorandum of understanding fra Cnh-Kamaz e il ministero dell’Agricoltura del Tatarstan per la fornitura di 30 trattori New Holland T9.505 e di 50 mietitrebbiatrici CX6090, tutti prodotti nello stabilimento di Naberezhne Chelny.
<<Abbiamo mantenuto tutti gli impegni presi con la firma dell’accordo di joint venture, siglato alla presenza del primo ministro Vladimir Putin – ha commentato Sergio Marchionne – Consideriamo molto seriamente il nostro impegno di soddisfare le richieste del governo russo di localizzare le produzioni a Naberezhnye Chelny. Abbiamo continuamente aggiornato i modelli prodotti in questo stabilimento a partire dall’avvio produttivo e continueremo a farlo in futuro. Nel 2012 localizzeremo ulteriori produzioni, in particolare il modello di trattore T8.330 e le nuove mietitrebbiatrici CX8080. La Russia è un mercato strategico per il nostro Gruppo. Questo stabilimento è una dimostrazione del nostro impegno di lungo periodo con il nostro partner Kamaz, sia dal punto di vista industriale sia commerciale>>.
Il direttore generale di Kamaz, Sergej Kogogin, ha aggiunto: <<È un onore per noi ricevere la delegazione del governo russo nello stabilimento Cnh-Kamaz e mostrare ai nostri importanti ospiti il risultato degli sforzi che entrambi i partner hanno realizzato a partire dalla firma dell’accordo. Abbiamo fatto grandi progressi nei primi due anni della nostra joint venture e posto le basi per la continua espansione della gamma prodotta localmente, che ci consentirà di mettere a disposizione tecnologie avanzate agli agricoltori russi>>.
Oltre alla produzione di macchine per l’agricoltura, la joint venture assiste i clienti sul territorio attraverso una rete di 13 concessionari New Holland e di 46 punti di vendita e di assistenza che forniscono servizi tecnici, post-vendita e di formazione. (ore 11:10)

NO COMMENTS

Leave a Reply