Ricambi e accessori d’epoca

Ricambi e accessori d’epoca

0 8

Reggio Emilia – La 32ma “Mostra Scambio” si svolgerà nel fine settimana 31 marzo – 1 aprile, nell’area espositiva dell’Ente Fiera, su una estensione di 45.000 metri quadri di cui 20.000 coperti, con la partecipazione di 1.600 espositori. Si tratta di una manifestazione tra le più antiche d’ Italia, che trova le sue radici e la sua straordinaria continuità, nella passione per i motori, caratteristica della terra emiliana.
Le postazioni per gli espositori, sono esaurite da tempo e si attendono  nell’arco delle due giornate oltre 30.000 visitatori, visto il successo della passata edizione.
Le finalità e gli scopi del Camer si concretizzano nel dar vita a diverse manifestazioni e iniziative per diffondere il proprio patrimonio di conoscenze, cercando di coinvolgere il maggior numero di persone, per poterle avvicinare a questo mondo affascinante.
L’iniziativa principale svolta dal Club, è sicuramente la “Mostra Scambio”, che fa arrivare da tutta Italia e dall’estero i 1600 espositori, veri protagonisti della  manifestazione, una delle poche rassegne  nazionali identificata  come un vero mercato di scambio. Nel regno dove domina la passione per il motore, si potrà trovare di tutto: moto, auto, cicli, accessori e ricambi e curiosità legate al motorismo d’epoca. Si tratta di una offerta completa e di alto livello, che crea per il pubblico l’opportunità di scoprire ogni tipo di ricambio e accessorio motociclistico e automobilistico. Non mancheranno il settore librario, con la presenza dei massimi specialisti del settore, oltre alla grande offerta di modellismo, senza dimenticare gli oggetti di complemento: valigeria, caschi, adesivi, manuali e quegli oggetti che si definiscono “automobilia” che costituiscono un’ autentica attrazione per tutti coloro quelli che a Reggio Emilia faranno i “curiosi”.
L’obiettivo principale del Camer e della manifestazione, è quello di  diffondere la cultura motoristica; che si realizza nel “Punto Incontro”, la struttura dinamica dove da nove anni si racconta la storia del motorismo storico.
“Punto Incontro” è il salotto educativo e istruttivo della kermesse reggiana, e in questa edizione condurrà il pubblico in un’ ambientazione spettacolare “primi del novecento” con riproduzioni di contesti sociali, dove oltre all’ esposizione di mezzi da leggenda, si riproporranno le prime sfide tra nobili, che cercavano di accendere e domare questi strani cavalli meccanici. Queste le sfide che hanno poi dato origine alle corse. Il titolo dell’ esposizione è “Così correvano 1899-1929 – Passione in movimento”. Si tratta certo di un’edizione ricca di motivi di interesse, sia per il collezionista appassionato, che per il semplice curioso e per i giovani che desiderano avvicinarsi a quest’affascinante realtà.
Sarà presente con uno stand  l’Asi  – Automotoclub Storico Italiano –  la Federazione che raggruppa 161 Club Italiani e conta oltre 190.000 tesserati. La manifestazione ha il patrocinio della Provincia e del Comune di Reggio Emilia. (ore 08:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply