Milano – 16.000 posti condivisi nelle ultime quattro settimane, pari a 28 Frecciarossa pieni. In tempi di crisi e caro benzina gli italiani si affidano a nuove modalità di trasporto. Cifre da record, registrate da postoinauto.it, il sito italiano dedicato all’auto condivisa lanciato nel febbraio 2010 (l’anno scorso, nello stesso periodo, i posti offerti erano stati meno di 6.000).
Mettere a disposizione i propri posti liberi in auto “affittandoli” ad altre persone intenzionate a percorrere la stessa tratta porta a vantaggi economici netti: si risparmia subito almeno il 50%, riempendo l’auto addirittura il 75 o l’80%. Tradotto sulla tratta più richiesta, Milano-Roma, il viaggio condiviso viene a costare anziché 120 euro tra benzina e pedaggio appena 30 euro.
La notevole crescita del fenomeno dell’auto condivisa è dovuta alla voglia di non rinunciare alle vacanze. Da nord a sud, da est a ovest sono migliaia gli automobilisti che, in occasione delle vacanze pasquali, hanno deciso di cercare dei “compagni di viaggio”, molti per la prima volta. <<Fino a qualche settimana fa non avrei mai immaginato di far salire degli sconosciuti nella mia autoracconta Sergio, 48 anni, ingegnere di Bologna –. Ma quando ho pagato per la prima volta più di 100 euro per un pieno ho deciso di reagire, ed effettivamente condividere i posti in auto può essere molto divertente>>. Soprattutto se si ha la possibilità di conoscersi prima, visualizzando ad esempio la foto, gli interessi, il profilo Facebook o i commenti di feedback ricevuti dall’utente con cui si andrà a condividere il viaggio.
<<Finalmente anche in Italia i passaggi condivisi prendono piede – spiega Olivier Bremer, co-fondatore di postoinauto.it –. In Francia e Germania milioni di persone condividono l’auto ogni mese e anche in paesi mediterranei come la Spagna il fenomeno sta decollando. Per la prima volta assistiamo, in Italia, a un vero incontro tra domanda e offerta di passaggi, con migliaia di persone che effettivamente riescono a trovare un passaggio su internet per le prossime vacanze pasquali>>. (ore 16:00)