Toyota City – Toyota Motor Corporation (Tmc) ha reso noto che la produzione mondiale dei veicoli appartenenti alla piattaforma “Innovative International Multi-purpose Vehicle (Imv)” di cui fa parte, per il mercato italiano, l’Hilux, ha raggiunto i 5 milioni di unità. Un traguardo di grande valore a cui si aggiungerà alla fine del mese di aprile anche un livello di vendite cumulative a livello mondiale di pari livello.
A proposito dell’importante traguardo, Kazuhiro Kobayashi, managing officer di Tmc e uno dei principali artefici del progetto, ha così commentato: <<Lo scopo di questa piattaforma era quello di offrire ai clienti veicoli di ottima qualità e sempre al passo con i tempi. Sono davvero soddisfatti di come la nostra produzione di veicoli Imv abbia raggiunto 5 milioni di unità>>.
Lo sviluppo della piattaforma Imv ha avuto inizio con tre modelli, un pick-up, un minivan e un suv, sviluppati in maniera specifica per essere introdotti nel 2004 su 140 mercati mondiali. Basandosi sul concetto di localizzazione, e cioè sulla produzione e vendita dei veicoli nello stesso luogo, Tmc ha messo in moto un elevato sistema mondiale di produzione e fornitura, capace di accelerare le possibilità di offerta di veicoli attraenti ed accessibili per i clienti di tutto il mondo.
Attualmente, i veicoli della piattaforma Imv sono prodotti in 11 Paesi, quattro dei quali designati come sedi di fornitura globale: la Tailandia, l’Indonesia, l’Argentina e il Sudafrica. Tali sedi forniscono i veicoli ai mercati dell’Asia, dell’Europa, dell’Africa, dell’Oceania, dell’America Centrale e Meridionale e del Medio Oriente. Oltre a questo, le componenti principali, come ad esempio i motori diesel prodotti in Tailandia, le unità benzina prodotte in Indonesia e le trasmissioni prodotte nelle Filippine e in India vengono poi distribuite ai paesi in cui i veicoli vengono prodotti.
Dal 2004, anno in cui è iniziata la produzione di questa piattaforma, tutti i veicoli interessati, come ad esempio l’Hilux, hanno ottenuto un progressivo consenso tra i clienti di tutto il mondo. Da allora, la produzione si è consolidata a ritmi elevati, raggiungendo 1 milione di veicoli nel 2006, 2 milioni nel 2008, 3 milioni nel 2009, 4 milioni nel 2010 e 5 milioni quest’anno.
  Come sottolineato nella recente Toyota Global Vision, i mercati emergenti rivestono una importanza primaria . Toyota punta infatti all’incremento delle vendite in questi paesi passando, mediante il consolidamento della produzione locale, dal 40% al 50% dell’attuale share mondiale entro il 2015. Toyota continuerà ad utilizzare i migliori sistemi di fornitura per costruire veicoli che soddisfino le necessità dei singoli mercati di tutto il mondo. (ore 21:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply