Colonia – La nuova B-Max è stata progettata e realizzata per raggiungere e superare i più elevati standard di sicurezza, senza rinunciare alla migliore accessibilità all’abitacolo del segmento, garantita dall’innovativa soluzione dell’integrazione del montante centrale all’interno delle porte.
<<La nostra sfida è stata garantire la protezione e la sicurezza di guidatore e passeggeri mantenendo tutti i benefici del sistema Ford Easy Access Door – ha spiegato Klaus-Peter Tamm, ingegnere capoprogetto di Ford Europa -. Il team di sviluppo ha dato forma a una serie di soluzioni innovative e di alta ingegneria, soluzioni che hanno anche portato alla richiesta di diversi nuovi brevetti, per la realizzazione di quest’auto davvero unica>>.
Sia le porte anteriori che quelle posteriori sono rinforzate con speciali acciai al boro ultraresistenti, in particolare nei punti chiave in cui le strutture sono sottoposte a maggior carico. Il 58% della scocca è realizzato con leghe d’acciaio ad elevata ed elevatissima resistenza. In caso di impatto laterale, le strutture delle porte lavorano in sinergia per assorbire l’energia dell’urto. In condizioni particolarmente gravi, entra in funzione uno speciale meccanismo di blocco, anch’esso rinforzato con acciai speciali, che assicura che le porte restino saldamente agganciate alla struttura dell’auto.
Come la Fiesta, la nuova B-Max è dotata di sette airbag di ultima generazione, che includono la protezione frontale per guidatore e passeggero, airbag laterali Thorax 3D, airbag a tendina su tutta la lunghezza dell’abitacolo, e un airbag per le gambe del guidatore. La B-Max è la prima Ford sulla quale è possibile disattivare l’airbag anteriore per il passeggero, permettendo di montare sul sedile anteriore un seggiolino per bambini, installato con lo schienale contromarcia. I sedili anteriori sono di nuova progettazione, e integrano la cintura di sicurezza e i relativi dispositivi di protezione. Questi sono agganciati al telaio dei sedili, anch’esso realizzato con acciai a elevata resistenza, in grado di sopportare forze di carico estreme senza piegarsi. Entrambi i sedili anteriori dispongono di un nuovo poggiatesta, regolabile in quattro direzioni, sia orizzontalmente che verticalmente, per migliorare comfort e sicurezza. La cintura di sicurezza del guidatore dispone inoltre di un doppio pretensionatore, mentre i sedili posteriori sono dotati di agganci Isofix, per il montaggio rapido e sicuro di seggiolini per bambini.
La B-Max è stata progettata con una speciale attenzione alla sicurezza dei pedoni in caso di urti. Nella zona dei tergicristalli, tra cofano e parabrezza, sono stati ridotti al minimo i possibili punti d’impatto: i tergicristalli sono inoltre azionati da due motorini elettrici indipendenti, soluzione che hapermesso di posizionarli lontano dal centro del veicolo, riducendo ulteriormente il rischio di contattocon i pedoni.
A bordo della B-Max sarà disponibile una vasta dotazione di tecnologie di sicurezza e di assistenza in grado di aiutare il guidatore a evitare incidenti, e di assisterlo in caso di emergenza. Sarà la prima Ford europea a essere dotata dell’Emergency Assistance (una funzione del sistema di connessione e comandi vocali avanzati Sync), un sistema che, senza necessità di abbonamenti, contatta automaticamente i servizi d’emergenza in caso di incidente, segnalando anche la posizione del veicolo, ricavata tramite il Gps della vettura.
Sulla B-Max sarà disponibile anche il sistema Active City Stop, una tecnologia di sicurezza attiva che frena automaticamente in caso di collisione imminente alle basse velocità (per esempio, quando ci si muove lentamente nel traffico o in città). Come da standard Ford, tutte le B-Max saranno dotate del programma elettronico di stabilità (Esp), che aiuta il guidatore a mantenere il controllo del veicolo anche in condizioni estreme.
Ford ha sviluppato e implementato una nuova procedura di test appositamente progettata per assicurare alla nuova B-Max, e al suo sistema Easy Access Door, con montante centrale integrato nelle porte, il raggiungimento e il superamento dei più elevati standard di sicurezza.
L’intenso programma di test cui è stata sottoposta la B-Max è stato condotto nell’arco di cinque anni, durante i quali sono stati effettuati 5.000 crash test virtuali, e 40 crash test reali; sono stati dedicati alle verifiche relative alle porte posteriori ben tre anni di controlli. Ford ha anche sviluppato degli strumenti di test completamente nuovi e costruiti su misura, per verificare la resistenza dell’innovativo sistema di accesso all’abitacolo.
<<La B-Max ci ha portato a esplorare nuovi territori – ha dichiarato Tom Overington, project manager di Ford per la sicurezza -. Sapevamo, grazie alle simulazioni virtuali, che l’auto avrebbedimostrato grandi qualità di sicurezza, e con i crash test reali abbiamo avuto questa conferma. Questo sistema è fondamentale, perché mantiene compatta e resistente la struttura delle porte in caso di incidente. Abbiamo effettuato i più intensivi test, per assicurare le prestazioni di questo sistema, sia nel mondo reale che in quello virtuale. Abbiamo effettuato test virtuali con un angolo di impatto, tra due auto, di 30 gradi, sia sulle porte anteriori che posteriori, per confermare ulteriormente la resistenza della struttura. Abbiamo anche costruito uno speciale dispositivo di test, appositamente progettato per verificare la resistenza dei meccanismi di blocco delle porte anche alle forze d’urto più impressionanti, e i risultati hanno sempre confermato le nostre aspettative. Siamo davvero soddisfatti dei risultati ottenuti dalla B-Max. Il nostro obiettivo, per quanto riguarda la sicurezza di quest’auto, è ricevere la valutazione massima nei test indipendenti: nel corso dell’anno sarà sottoposta ai rigorosi test EuroNcap, e puntiamo al raggiungimento delle cinque stelle>>. (ore 09:30)

NO COMMENTS

Leave a Reply