Bologna – Sono cinque auto a metano a guidare la classifica delle auto più “risparmiose” redatta dal Center of automotive research (Car) dell’Università di Duisburg. A diffondere la notizia nel nostro Paese è l’Osservatorio Metanauto, struttura di ricerca sul metano per autotrazione. In particolare la classifica redatta dall’ente di ricerca tedesco vede alle prime cinque posizioni: Fiat Punto Natural Power, Fiat Qubo Natural Power, Volkswagen Passat Tsi Ecofuel, Opel Zafira Tourer Cng e Volkswagen Touran Tsi Ecofuel. I dati sui consumi relativi a queste auto mettono in evidenza la loro convenienza: infatti per percorrere 100 chilometri con Fiat Punto Natural Power e con Fiat Qubo Natural Power la spesa per il carburante, secondo la ricerca tedesca, è di soli 4,16 euro; con Volswagen Passat TSI Ecofuel la spesa è di 4,26 euro, con Opel Zafira Tourer Cng euro e con Volkswagen Touran Tsi Ecofuel la spesa è di 4,65 euro.
Fra le prime 15 auto della graduatoria redatta dal Car, poi, vi sono anche la Volkswagen Caddy 2.0 Ecofuel e la Mercedes-Benz E 200 Ngt, entrambe alimentate a metano. Per compilare questa graduatoria gli esperti del Car hanno preso in considerazione tutte le auto con motore a combustione interna presenti sul mercato tedesco, incluse le auto ibride.
A commento di questa classifica Ferdinand Dudenhoffer, direttore del Car e professore all’Università di Duisburg, ha dichiarato che, per incentivare lo sviluppo delle auto a metano <<le Case automobilistiche dovrebbero essere obbligate per legge a riservare una quota delle auto vendute, il 5%, ai veicoli alimentati in maniera alternativa al gasolio ed alla benzina. Ciò contribuirebbe a far aumentare il numero di modelli a metano messi sul mercato dalle case automobilistiche ed allo stesso tempo a far diminuire il loro prezzo del 15-20%>>.
<<La convenienza del metano
– dichiara Dante Natali, presidente di Federmetano ed a capo dell’Osservatorio Metanauto – è un fattore sempre più apprezzato dagli automobilisti, soprattutto dal momento che i rialzi dei prezzi dei carburanti tradizionali sembrano senza fine. Ma a questo fattore il metano può unire anche un’altra importante caratteristica, e cioè quella di essere il carburante più verde tra quelli oggi maggiormente diffusi. Insieme queste due qualità spiegano perché sia in atto una rivalutazione di questo carburante e le vendite di veicoli a metano siano in crescita anche in assenza di incentivi statali>>. (ore 13:20)