Napoli – Srm-Studi e ricerche per il Mezzogiorno (Centro studi collegato al Gruppo Intesa Sanpaolo) presenterà il 17 luglio a Napoli, alle ore 10:30, nella sede del Banco di Napoli in via Toledo 177, la ricerca dal titolo “Un Sud che innova e produce. I settori automotive e aeronautico”.
L’evento, prendendo spunto dalla ricerca di Srm che analizza il peso e le caratteristiche delle due filiere nelle regioni del Mezzogiorno (anche in confronto ad una regione del Nord Italia, il Piemonte), si concentra in particolare sul settore automotive delineandone punti di forza e debolezza, anche alla luce dei recenti investimenti nell’area di Pomigliano.
Il convegno intende stimolare, nel contesto dell’attuale crisi economica, una riflessione sul futuro di questo comparto ancora largamente dipendente dalla grande industria, ma ricordando che all’interno della filiera vi sono piccole e medie imprese che investono, sono competitive a livello internazionale e rappresentano un esempio positivo di un Sud che innova e produce.
Introdurranno i lavori il presidente del Banco di Napoli, Maurizio Barracco, e il presidente di Srm, Paolo Scudieri. La ricerca sarà presentata dal direttore generale di Srm, Massimo Deandreis. Seguirà la tavola rotonda, moderata dal direttore de “Il Mattino” Virman Cusenza, dal titolo “Insieme ed oltre la grande impresa: il Mezzogiorno può ripartire da questi settori?”. Relatori: Vincenzo Boccia, presidente della piccola industria e vicepresidente di Confindustria; Giuseppe Castagna, direttore generale del Banco di Napoli; Amedeo Felisa, amministratore delegato di Ferrari Spa; Vincenzo Ilotte, presidente di Amma-Unione industriale di Torino; Luigi Nicolais, presidente del Cnr- Consiglio nazionale delle ricerche. Concluderà il convengo il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro.