Roma – 262 euro: è questa la cifra che può risparmiare chi decide di recarsi in vacanza da Parma a Tropea utilizzando un’auto a metano anziché una a benzina. La distanza che separa le due città è di circa 1.100 km; considerando andata e ritorno, quindi, la distanza da percorrere arriva a 2.200 km. Con un’auto a benzina la spesa per il carburante sarebbe di 405 euro, mentre con un’auto a metano sarebbe di 143 euro, con un risparmio di 262 euro. Questi dati provengo da un ‘elaborazione dell’Osservatorio Metanauto, struttura di ricerca sul metano per autotrazione.
L’Osservatorio Metanauto ha inoltre effettuato altre elaborazioni sulla spesa per il carburante considerando anche tragitti alternativi. Dal momento che, secondo un sondaggio di Confesercenti – Swg, le mete turistiche più gettonate per le vacanze nell’estate 2012 saranno Puglia, Toscana, Calabria e Romagna, gli ulteriori percorsi presi in considerazione sono Udine – Castiglioncello, Torino – Rimini e Milano – Ostuni.
Per chi volesse passare le ferie in Toscana, ed in particolare a Castiglioncello, partendo ad esempio da Udine, il risparmio possibile utilizzando un’auto a metano anziché una a benzina sarebbe di 119 euro. Infatti la distanza che separa le due città è di circa 500 chilometri, che diventano 1.000 considerando andata e ritorno. La spesa per il carburante con un’auto a benzina sarebbe di 184 euro, mentre con un’auto a metano sarebbe di 65 euro, con un risparmio, come detto, di 119 euro.
Chi invece volesse recarsi per le sue ferie in Puglia, ad esempio ad Ostuni, partendo da Milano dovrebbe percorrere, tra andata a ritorno, circa 2.000 chilometri. La spesa per la benzina sarebbe di 368 euro, mentre con il metano sarebbe di 130 euro, con un risparmio di 238 euro.
Un ultimo itinerario considerato dall’Osservatorio Metanauto è quello che va da Torino a Rimini. I chilometri da percorrere, sempre considerando andata e ritorno, sarebbero circa 900; la spesa per la benzina sarebbe di 166 euro, mentre quella per il metano di 59 euro. Il risparmio utilizzando un’auto a metano anziché una a benzina potrebbe quindi essere di 107 euro.
<<La convenienza economica del metano – dichiara Dante Natali, presidente dell’Osservatorio Metanauto – emerge chiaramente dalle elaborazioni dell’Osservatorio Metanauto. Si tratta di un aspetto molto importante, visti i tempi di crisi economica che stiamo attraversando, ma non è l’unica qualità del metano: infatti, oltre ad essere il carburante più economico tra quelli maggiormente diffusi, il metano è anche quello più ecologico. Chi decide di passare al metano, poi, può oggiAggiungi un appuntamento per oggi contare su una rete di distribuzione diffusa a livello nazionale ed in rapida crescita anche in autostrada>>.