Mantova – Da sempre il Gran Premio Nuvolari rappresenta un evento di forte richiamo di pubblico nell’entroterra emiliano, oggi impegnato nella difficile ricostruzione, e che ha portato i sindaci dei comuni coinvolti a lanciare un appello affinché la carovana di auto storiche non manchi all’appuntamento così da garantire la consueta forte attrattiva.
<<Siamo consapevoli del momento che il nostro territorio sta vivendo. Per questo il Gran Premio Nuvolari, così come altre iniziative mantovane di settembre, quali per esempio il Festival della Letteratura, rappresentano la voce che dice all’Italia che ci siamo e l’entusiasmo con cui ci muoviamo. Il “volano” che comunica la vivacità culturale del nostro territorio, la forza reattiva che ci ha sempre contraddistinto – affermano i soci di Mantova Corse, organizzatori della competizione di regolarità – In questa visione ci conforta la vicinanza dei sindaci dei comuni che andremo ad attraversare, da Mantova a Modena, da Ferrara a Reggio Emilia che aspettano l’evento con la passione di sempre, ma questa volta con qualcosa in più, un abbraccio simbolico al nostro pubblico, così duramente colpito>>.
Il percorso definitivo dell’edizione 2012 conferma un itinerario che vedrà sfilare 300 auto storiche, provenienti dai cinque continenti, sulle strade del Centro-Nord Italia. Come da tradizione, partenza e arrivo da Mantova e transito per Bologna, Rimini, Arezzo, Siena, Ravenna e Ferrara attraversando i centri storici più suggestivi. Un percorso che consolida la reputazione del Gran Premio Nuvolari quale prima competizione al mondo per difficoltà tecniche e per numero di prove cronometrate, quest’anno a quota settantasette.
La sfilata di auto storiche, che attraverserà le meravigliose cornici di queste terre e i lori centri storici duramente provati, si farà quindi messaggera simbolica di contenuti di solidarietà e di manifestazioni di vicinanza alle popolazioni colpite, che anche quest’anno attendono l’evento con la stessa passione per testimoniare con energia la loro inarrestabile voglia di rinascita.

NO COMMENTS

Leave a Reply