Roma – L’indebitamento netto di Alitalia è in calo a 1.121 milioni (con un decremento di 237 milioni, pari al 17,5%)  e la liquidità della compagnia è in aumento ammontando, al 31 Maggio, a 388 milioni. Ovviamente mentre sulla liquidità pesa l’aiuto del prestito ponte di 300 milioni concesso dal Governo, l’indebitamento migliora a dispetto di questo.
L’indebitamento finanziario a breve del Gruppo al 31 maggio 2008 risulta pari a 173 milioni di Euro. Al 31 maggio 2008 sono risultati in essere, a livello di Gruppo, leasing finanziari (pressoché per intero afferenti gli aeromobili in flotta e in larghissima parte in capo alla Capogruppo per 78 milioni di Euro) le cui quote in conto capitale, inclusive del valore di riscatto, sono pari a 90 milioni di Euro (di cui 12 milioni di Euro rappresentativi della quota capitale corrente in scadenza nei dodici mesi successivi alla data di riferimento e per 9 milioni di Euro riconducibili alla Capogruppo).
L’indebitamento bancario esistente é pressoché per intero assistito da garanzie reali (ipoteche su aeromobili) ovvero da garanzie personali (prevalentemente garanzie rilasciate da agenzie per il credito all’esportazione). I relativi contratti di finanziamento prevedono clausole legali standard di risoluzione contrattuale. In nessun contratto e’ previsto, per il mantenimento del credito erogato, il rispetto di specifici indici patrimoniali/economici/finanziari. Sempre a maggio, sono stati effettuati rimborsi di finanziamenti a medio/lungo termine per un importo complessivo di circa 23 milioni di Euro. (ore 11:00)