Marchionne rimane al vertice di Acea

Marchionne rimane al vertice di Acea

Parigi – Sergio Marchionne, a.d. di Fiat Goruo, rimarrà presidente della Ace, l’Associazione europea dei costruttori di automobili, fino al termine del mandato che scade a fine 2013. Marchionne e Martin Winterkorn, amministratore delegato del gruppo Volkswagen, hanno confermato l’impegno a lavorare insieme per una causa comune, mettendo fine alle dispute dei giorni scorsi che li vedevano su fronti per quanto riguarda il ruolo di presidente del manager italo-canadese. I due a.d. hanno confermato la stima e l’amicizia reciproca e soprattutto hanno ricordato quanti problemi sono stati risolti negli anni grazie alla collaborazione comune.
Fiat e Volkswagen erano da mesi in contrapposizione e minacciavano a turno di uscire dall’Acea. A Wolfsburg contestavano la posizione, appoggiata dai francesi, assunta da Marchionne il quale premeva per un intervento comunitario finalizzato a  raggiungere una soluzione comune sul fronte dei tagli della produzione. Tagli necessari per sopravvivere in un mercato in profonda e continua contrazione. Marchionne ha dichiarato che i membri dell’Associazione decideranno come ridurre la produzione in modo autonomo e non sarà necessaria una posizione comune tra i costruttori. I tedeschi che crescono in Cina e anche grazie ai profitti dell’Audi erano stati accusati di accquisire quote di mercato in Europa con una guerra di prezzi non sostenibile dai costruttori più deboli.
L’Acea ha previsto che il mercato europeo quest’anno scenderà ai livelli del 1995 e al salone dell’automobile di Parigi i responsabili delle Case hanno concordato che di ripresa si potrà parlare solo a partire dal 2014.

NO COMMENTS

Leave a Reply