Roma – Il costo per una vettura media a benzina che percorra 15.000 km all’anno è di 5.551 euro. La cifra tiene conto delle sole spese che si sostengono nel corso dell’anno e non considera l’ammortamento del costo della vettura. Tenendo conto anche di questo elemento la spesa complessiva sale a 8.590 euro.
La spesa per l’auto ha dunque raggiunto un livello veramente elevato, dovuto anche alla crisi economica iniziata nel 2008 che ha fatto lievitare tutte le voci di spesa per l’auto. Il costo totale comprensivo di ammortamento è infatti aumentato del 18,6%, mentre il complesso dei costi che danno luogo a esborsi nel corso di un anno è aumentato del 21,2%.
Le voci che hanno subito gli incrementi più elevati sono quelle relative all’assicurazione (+32,1%) e al carburante (+23,2%). Crescite notevoli si sono però registrate anche per i pneumatici (+20,4%) mentre più contenuto è l’aumento del costo per la manutenzione (+1,7%).
I dati sono stati elaborati da Econometrica sulla base delle pubblicazioni ufficiali dell’Aci sui costi di esercizio delle auto e si riferiscono non alla spesa per una particolare vettura ma alla spesa media per le auto a benzina con cilindrata compresa tra 1.001 cc e 1.500 cc.
Interessante è constatare che una parte importante dell’onere per l’automobilista va al fisco. Per l’esattezza, nel 2012 imposte e tasse assorbono 2.608 euro all’anno, pari al 30,4% del costo complessivo. Nel 2008 l’incidenza fiscale corrispondente era del 29%.

NO COMMENTS

Leave a Reply