Roma – A settembre le emissioni di CO2 derivate dall’uso di benzina e gasolio sono diminuite di 1.548.039 tonnellate rispetto allo stesso mese del 2011. Si tratta di un calo che in termini percentuali corrisponde al 16,3% in meno. Nei primi nove mesi dell’anno, poi, il calo della CO2 è arrivato a quota 8.389.629 tonnellate, che corrispondono al 10,1% in meno rispetto allo scorso anno.
La maggior parte di questo calo deriva dalle emissioni di CO2 che provengono dall’uso di gasolio: infatti queste ultime sono calate di 1 milione di tonnellate solo a settembre e di quasi 6 milioni di tonnellate nei primi 9 mesi dell’anno. Le percentuali di queste diminuzioni sono del 15,6% a settembre e del 9,9% nei primi nove mesi dell’anno.
Le emissioni di CO2 derivate dall’uso di benzina per autotrazione sono diminuite, a settembre, di poco meno di 500.000 tonnellate (-18,2% rispetto a settembre 2011) e nei primi nove mesi dell’anno in corso di 2.451.456 tonnellate (-10,8%).
I sostenuti cali delle emissioni di CO2 di settembre sono strettamente correlati ad altrettanto importanti diminuzioni nei consumi di carburanti, diminuzioni dovute da un lato ad una frenata dell’economia e dall’altro lato al livello estremamente alto raggiunto dai prezzi dei carburanti. E’ però utile sapere che vi sono alcune accortezze che possono aiutare a risparmiare nella spesa per il carburante, sia in caso di autoveicoli leggeri che di autoveicoli pesanti.
<<A questo proposito – sostiene Daniel Gainza, direttore commerciale di Continental Cvt – è bene ricordare che i pneumatici giocano un ruolo di fondamentale importanza sia per la sicurezza della circolazione sia per il contenimento dei consumi e delle emissioni dei veicoli su cui sono montati. Per questo Continental è fortemente impegnata nella ricerca tecnologica per poter proporre sul mercato pneumatici sempre più performanti ed allo stesso tempo ecocompatibili ed efficaci nel contenimento dei costi di gestione di un autoveicolo>>.