Roma – L’incontro doveva essere segreto ma la notizia è trapelata: Sergio Marchionne a Rona ha incontrato nella tarda mattinata i leader della Cisl, Raffele Bonanni, e della Uil, Luigi Angeletti. E che l’incontro c’è stato veramente lo hanno confermato gli stessi sindacalisti i quali hanno dichiarato che <<la Fiat non chiuderà alcun stabilimento in Italia>>. Parola di Sergio Marchionne.
Sull’annuncio dei sindacati si registra un commento del presidente della Confindustria Giorgio Squinzi oggi pomeriggio a Stresa a margine del suo intervento all’assemblea dell’Unione industriale del Vco: <<Sarebbe positivo se fosse vero ma sulla vicenda preferirei meno annunci e più fatti concreti>>.
Pronta la replica della Fiat che ha diffuso il seguente comunicato stampa: <<Ci stupisce che a Giorgio Squinzi sia sfuggito che dall’aprile del 2010, quando la Fiat aveva annunciato i 20 miliardi di investimenti, la situazione economica europea sia profondamente peggiorata. Forse le sue industrie non ne hanno
risentito, ma tutte le altre attività certamente sì. La polemica fine a se stessa non ci interessa. Non dovrebbe interessare neanche al presidente di Confindustria>>.