Forte dei Marmi – All’inizio fu Toyota con Prius. Lexus, che di Toyota, è il brand di eccellenza costruttiva, è stata la naturale estensione della tecnica Hybrid Drive che ha tracciato la nuova frontiera dell’auto ecologica fruibile oggi pur se applicata a costose auto di lusso. Lo dimostrano le 455mila unità vendute nel mondo dal 2005, anno di introduzione dell’ibrido sulla RX 400h, ad oggi.
Oggi che per Lexus Italia si identifica nel nuovo payoff di marca “Creating amazing” (creando, stupendo) per dare alla immagine del brand il più profondo significato in termini di design, di prestazioni e di tecnica costruttiva. In questa prospettiva la gamma Lexus è la più ampia in quanto ad offerta del’Hybrid drive potendo contare su modelli come il suv RX, la berlina GS, l’ammiraglia LS e la CT, prima full hybrid del segmento C premium, ultimo passaggio dello stato dell’arte che evolve il concetto di ibrido (il full hybrid si differenzia dal mild hybrid per il non trascurabile fatto che le auto sono in grado di funzionare in modalità solo elettrica in completa assenza di emissioni nocive).
Altri dettagli non trascurabile della tecnologia Hybrid drive sono la trasmissione elettronica a variazione continua che garantisce un’accelerazione omogenea, i nuovi standard di silenziosità e vibrazioni, l’efficienza dei consumi, i bassi livelli di CO2 e le emissioni di NOX e particolato già oggi inferiori agli standard della direttiva Euro 6
La gamma Hybrid drive di Lexus si sintetizza in alcuni valori esclusivi.
La GS Hybrid evidenzia la fusione tra la plancia completamente dedicata a chi guida e le più avanzate tecnologie disponibili; le sospensioni adattive variabili; la funzione “drive mode select” per scegliere tra le modalità di guida eco, normal, sport e sport+; il sistema dynamic handling che consente di integrare sistema a ruote sterzanti, sterzo ad azione variabile e servosterzo elettrico.
La LS Hybrid esalta la nuova concezione stilistica di Lexus con livelli di lusso, eleganza ed innovazione tecnologica ai vertici della categoria accoppiate a esaltanti dinamiche di guida grazie anche alla nuova versione F Sport.
 La RX Hybrid propone emissioni di CO2 più basse al mondo per un suv con appena 145 g/km, un abitacolo tecnologico e confortevole con il “remote touch”, l’head-up display; il nuovo allestimento F-Sport; sicurezza attiva e passiva ai massimi livelli con la gestione integrata delle dinamiche del veicolo e il sistema pre-crash.
La CT Hybrid si caratterizza per i dispositivi intelligenti che garantiscono ottimizzazione energetica, le nuove tecnologie del motore termico, le quattro diverse modalità di guida (Evo, Eco, Normal e Sport).
Proiettata nel futuro Lexus al Salone di Detroit del gennaio scorso ha ricevuto il premio “EyesOn design” per la coupé ibrida LF-LC 2+2 prototipo realizzato in California.