Roma – In programma venerdì 26 ottobre 2012 a Roma “La Capitale Automobile”, l’appuntamento annuale promosso dal Centro Studi Fleet & Mobility che anche quest’anno si svolgerà nella cornice dell’Auditorium della Tecnica di Confindustria.
Il congresso, giunto alla settima edizione, costituisce un momento di discussione, approfondimento e confronto per gli operatori del settore, dai costruttori ai concessionari, passando per analisti e stakeholder.
Due le sessioni previste. Nella prima parte, i relatori si concentreranno sull’analisi del mercato, sulle ragioni della crisi e sulle possibili vie d’uscita, con la presentazione della ricerca annuale “Il mercato auto a valore 2012” curata dagli studenti del Master sull’Automobile. Nella seconda sessione l’obiettivo si sposterà sui “trend dei consumi in Italia e in Europa”, sulla salute economico-finanziaria dei concessionari e sull’importanza della brand reputation nei social media.
Diversi i temi e gli spunti: i clienti italiani del mercato automobilistico restano esigenti e sofisticati, anche più di prima, le Case Auto danno la stessa priorità di prima alle esigenze specifiche di prodotto e allestimenti del mercato italiano? Al concessionario conviene realmente avere un portafoglio di marchi non concorrenti che si completano a vicenda?
Uno specifico focus sarà dedicato al tema energetico: nei prossimi anni la diffusione di veicoli ibridi e di nuova concezione, unitamente al miglioramento dell’efficienza dei motori tradizionali, stabilizzerà la domanda di energia del trasporto leggero, nonostante il numero di veicoli a uso privato raddoppierà a livello mondiale.
Numerosi gli speakers che interverranno, tra questi: Giuseppe Bitti (ad Kia), Jacques Bousquet (presidente Unrae), Michele Crisci (ad Volvo), Santo Ficili (direttore mercato Italia Fiat Group Automobiles), Massimo Gargano (presidente e Ceo Toyota), Paolo Ghinolfi (presidente Aniasa), Massimo Nordio (presidente e Ceo Gruppo Volkswagen), Filippo Pavan Bernacchi (presidente Federauto), Gianluca Soma (Ceo Société Générale Consum Fin), Gaetano Thorel (vice presidente Marketing Ford Europa) e Romano Valente (direttore generale Unrae).
<<È un appuntamento fondamentale. Oggi il mercato impone di ridisegnare il modello distributivo, per cercare un punto di equilibrio economico a un livello di consumi che è il 30% più basso del decennio scorso – dichiara Pier Luigi del Viscovo, direttore del Centro Studi Fleet&Mobility – Questo cambiamento deve anche fare i conti con un cliente che, pur comprando meno spesso di prima, è tuttavia sempre più esigente e sofisticato>>.