Roma – La commissione Trasporti ha ricevuto il parere favorevole per il passaggio in sede legislativa della cosiddetta Mini Riforma del Codice della Strada dalla Commissione Bilancio, un passaggio tecnico fondamentale. Giorno 16 è anche arrivato il parere della Commissione Giustizia ed è stato attivata la procedura per il passaggio in sede legislativa che prevede: la raccolta delle firme di tutti i Capo Gruppo in Commissione (o alternativamente la firma dei 4/5 dei membri della Commissione in caso di esito negativo) e l’ottenimento dell’assenso della Presidenza del Consiglio verosimilmente nel giro di 2 settimane.
Considerando i precedenti, possiamo stimare i tempi per l’avvio della trattazione generale e degli emendamenti con termine strettissimo in una settimana e quindi il voto finale in Commissione in sede legislativa entro giovedì 15 Novembre.
 
PUNTO PER PUNTO TUTTE LE NOVITA’
Multe: prevista una riduzione del 20% dell’importo se il pagamento avviene entro 5 giorni dalla contestazione o dalla notifica. È previsto il pagamento anche con moneta elettronica a mezzo POS (sono previste convenzioni con le banche e Poste Italiane per favorirne la diffusione) e la possibilità della notifica anche a mezzo posta elettronica certificata (PEC).
In questi casi, il cittadino potrà contare su un risparmio di costi e di tempi necessari all’espletamento delle procedure. Vantaggi anche per le Pubbliche Amministrazioni coinvolte che, sgravate da lunghe e costose procedure di gestione e recupero del contenzioso, potranno contare su flussi di cassa certi e immediati da destinarsi a progetti di Sicurezza Stradale.
 
Omicidio colposo e revoca della patente per 5/15 anni: tra le sanzioni amministrative accessorie dell’omicidio colposo è inasprita la revoca della patente, cioè l’annullamento permanente del valore della patente che potrà essere riacquisita solo a seguito di un nuovo esame, decorsi 5 anni dalla data di accertamento del reato commesso con violazione del Codice della Strada (art. 589/2 c. p.), elevati a 15 anni in caso di reato commesso con un tasso alcolemico maggiore di 1,5 g/l o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti/psicotrope (art. 589/3 c. p.). 15 anni anche in caso di omicidio colposo commesso dai “pirati della strada”, cioè coloro che fuggono in caso di incidente omettendo il soccorso e che vengono fermati successivamente.
Precedentemente la revoca scattava solo in caso ebbrezza o di assunzione di sostanze stupefacenti/psicotrope e il nuovo esame poteva essere sostenuto dopo 3 anni.
 
Autocaravan: si tratta di veicoli normalmente guidabili con la patente B. Viene introdotto un nuovo calcolo della massa limite prevedendo che i veicoli M1 Euro 5 e successivi, dotati di controllo elettronico di stabilità, impianto GPL/metano e pannelli solari possano circolare purché la massa complessiva a pieno carico non superi del 15% quella indicata nella carta di circolazione.
 
Veicoli a bilanciamento assistito (Segway): sono veicoli elettrici almeno a 2 ruote, altamente tecnologici, indirizzati dai movimenti del corpo del guidatore, utilizzati soprattutto nei centri storici (ne esiste anche una versione anche per i portatori di handicap) e dalle Forze dell’Ordine in aeroporti e centri commerciali. Sono ora equiparati alle biciclette elettriche a pedalata assistita e non più assimilati ai pedoni. La velocità massima è di 20 km/h (con possibilità di autolimitazione a 6 km/h). L’uso è consentito a guidatori di età non inferiore ai 16 anni.