Maranello – E’ stata inaugurata oggi al Museo Ferrari di Maranello la mostra Le grandi Ferrari di Sergio Pininfarina che illustra gli anni che hanno visto Sergio, figlio di Battista Farina, detto Pinin, il fondatore, contribuire in modo determinante alla nascita dei modelli più famosi del Cavallino Rampante. Un sodalizio iniziato nel 1952 che rappresenta l’espressione del miglior Made in Italy.
Alla cerimonia di apertura hanno preso parte il presidente della Ferrari Luca di Montezemolo , Paolo Pininfarina, presidente della Pininfarina, Piero Ferrari, e alcuni membri della famiglia Pininfarina tra i quali la signora Giorgia, moglie di Sergio.
La mostra, che resterà aperta fino al 7 gennaio, ospita 22 modelli, fra cui alcuni pezzi unici come la straordinaria concept Pinin, il solo esperimento di una Ferrari a 4 porte o la 330 GTC speciale che fu della principessa del Belgio, Liliane de Rethy. Le vetture sono esposte all’interno di tre sale tematiche che illustrano il lavoro di Pininfarina sulle automobili da corsa (“Pininfarina e le corse”) sulle vetture stradali (“Pininfarina e le vetture Gran Turismo”) e sui modelli sperimentali realizzati dalla carrozzeria torinese (“Pininfarina e le concept car”). Alle vetture si aggiungono numerosi materiali inediti provenienti dalla collezione personale dalla famiglia e dall’azienda di Cambiano come il mascherone in legno della Modulo.
Tra le automobili da corsa spiccano la 250 LM, ultima vincitrice assoluta alla 24 Ore di Le Mans nel 1965 e la 250 GT Berlinetta passo corto con la quale Stirling Moss vinse il Tourist Trophy nel 1961, le berlinette 500 Mondial e 250 MM, la classica sport 375 MM oltre alla spettacolare BB Le Mans ed al prototipo di Formula 1 Sigma del 1969.
Le undici vetture stradali esposte sono suddivise tra le celebri berlinette a motore anteriore come la 275 GTB4 del 1964 e la leggendaria “Daytona” in versione spider, i motori posteriori centrali, incluso il capostipite BB (Berlinetta Boxer), e quelle dell’evoluzione creativa dell’era contemporanea che annovera tra le altre la Enzo. Esposta anche la vettura che il presidente Montezemolo ha voluto dedicare a Sergio e Andrea Pininfarina, la 599 SA aperta.
La mostra sarà aperta al pubblico tutti i giorni della settimana, dalle o9:30 alle 18:00, da sabato 27 ottobre a lunedì 7 gennaio (ad esclusione di 25 dicembre e 1 gennaio, unici giorni di chiusura del Museo). I biglietti possono essere prenotati on-line sul sito www.museoferrari.com, così come le visite guidate all’indirizzo museo@ferrari.com. Il Museo offre anche l’opportunità di serate per privati e aziende che possono farne richiesta all’indirizzo eventimuseo@ferrari.com.
E’ disponibile allo shop del Museo il catalogo in grande formato, che pubblica anche il disegno di ciascuna delle 100 vetture Ferrari prodotte su disegno Pininfarina.

NO COMMENTS

Leave a Reply