Tokio- Guidati da una forte domanda per la nuova Impreza (già commercializzata nel mercato interno e negli Usa), la produzione di veicoli Subaru in Giappone è aumentata su base annua per il 12mo mese consecutivo segnando un record storico per il mese di settembre. Nonostante un leggero calo della produzione all’estero per la prima volta in 13 mesi, il valore globale è cresciuto rispetto all’anno precedente per il 12mo mese consecutivo stabilendo un record assoluto nel mese di settembre.
La forte domanda giapponese per l’Impreza ha guidato il record di produzione anche per il primo semestre fiscale che unito alla produzione estera segna il record di tutti i tempi nel periodo Aprile-Settembre. Con la forte richiesta della nuova Impreza, le vendite in Giappone sono aumentate da un anno fa per il quarto mese successivo con un mercato generale in discesa per il secondo mese consecutivo.
Grazie ai modelli Legacy e Impreza, le vendite di autovetture in Giappone per il periodo da aprile a settembre hanno registrato il primo aumento (anno su anno) negli ultimi due anni. E grazie all’aumento delle consegna del modello Impreza, le esportazioni dal Giappone sono aumentate su base annua per l’ottavo mese consecutivo.
Guidati da una forte domanda per l’Impreza, le esportazioni nel primo semestre fiscale sono cresciute per la prima volta in due anni ottenendo un valore record per il periodo.
*****
Carpenedolo – Mak Spa ha comunicato i dati di mercato ed economici relativi al 2011 e  l’andamento dell’anno corrente; numeri che dimostrano un trend positivo, nonostante la generale crisi economica. Il bilancio 2011 evidenzia un incremento delle vendite del 25% rispetto all’anno precedente, portando quindi i ricavi vicino a 30 milioni di euro (circa 500.000 ruote). La quota di export è vicina all’80% e conferma il gradimento dei clienti esteri per il design, la qualità ed il servizio offerti, in un mercato sempre più esigente e volubile. La leadership sul mercato nazionale si riconferma stabile, con oltre il 40% di quota.
La continua ricerca in tecnologie, sia di prodotto che di processo produttivo, ha portato a sensibili risparmi (anche della costosissima energia) ed efficienze, indispensabili per competere in un mondo globalizzato che vede i produttori asiatici dominare in quasi tutti i continenti. Investimenti importanti sono stati fatti anche nel software gestionale, in particolare per l’attività commerciale (B2B moderno ed evoluto), e nella certificazione/omologazione Tuev di tutta la gamma di modelli. Questi elementi, insieme ad altri fondamentali fattori che contraddistinguono la produzione Mak, hanno reso possibile la crescita e il successo dell’azienda. Mak è da sempre riconosciuta come un leader in fatto di innovazione stilistica, capace di esprimere un design “made in Italy” originale e creativo. Inoltre, flessibilità della produzione, qualità garantita e velocità nell’assistenza e nella consegna al cliente hanno rafforzato la posizione sul mercato, affermando Mak come un partner commerciale affidabile e credibile. Affidabilità e credibilità che hanno quindi contribuito a realizzare il successo del produttore bresciano, che ha potuto così raccogliere risultati positivi nonostante la situazione generale.
<<L’andamento 2012 al 30 settembre è vicino all’anno precedente, che di fatto è stato il migliore di sempre nella storia commerciale di Mak – conferma Guglielmo Bertolinelli, responsabile vendite dell’azienda – Per questo possiamo ritenerci soddisfatti, considerata la congiuntura economica nazionale e di molti paesi vicini. Riusciamo a mantenere le quote di mercato quasi ovunque, in alcuni casi sacrificando la marginalità, ma contiamo comunque di chiudere l’anno con un bilancio positivo>>.