Maranello – La pista di Fiorano, il campus della Ferrari e il Museo Ferrari sono stati travolti dall’entusiasmo di 45 medagliati olimpici e paralimpici che, insieme al presidente del Coni, Gianni Petrucci, al Segretario Generale e Capo Missione ai Giochi, Raffaele Pagnozzi, e al presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli, sono stati ospiti del presidente Ferrari, Luca di Montezemolo.
Una giornata che ha celebrato due eccellenze italiane <<accumunate dalla passione sportiva, dallo spirito di sacrificio e dalla voglia di vincere>>, come ha commentato il presidente Montezemolo. Valori su cui dal 2006 si basa la collaborazione tra il Cavallino Rampante e il Coni, attraverso la quale la Ferrari mette a disposizione delle Federazioni sportive nazionali la propria tecnologia e know-how.
Al presidente del Cavallino il Coni ha donato la torcia olimpica di Londra 2012 e al team principal Stefano Domenicali la medaglia dei giochi del 1960. <<Mi sono commosso a vedere le vostre straordinarie vittorie all’Olimpiade – ha detto Montezemolo -. Ciò che avete fatto e come lo avete fatto mi fa pensare che insieme condividiamo la passione e la voglia di non mollare mai. Anche per questo tengo molto a questa giornata: voi atleti rappresentante la parte più bella dello sport. Vedere la bandiera italiana sventolare a Londra di fronte a milioni di persone è stata davvero una grande soddisfazione e ve ne siamo grati>>. Al Coni, da parte della Ferrari, sono stati regalati i pistoni del motore montato sulle monoposto campioni del mondo F2001 e F2003-GA.
La festa è iniziata sul circuito di Fiorano dove, dopo l’esibizione di Giancarlo Fisichella a bordo di una monoposto F1, i campioni di Londra 2012 hanno potuto compiere alcuni giri della pista a bordo di una F12berlinetta e di una 458 Spider, assaporando le emozioni della velocità a fianco dei collaudatori Ferrari. Nel pomeriggio gli atleti hanno avuto modo di vedere da vicino le aree produttive delle vetture stradali chiudendo la giornata con la visita al Museo Ferrari di Maranello.
Tra i tanti medagliati presenti i portabandiera Valentina Vezzali e Oscar de Pellegrin, il canoista Daniele Molmenti, l’arciere Marco Galiazzo, le schermitrici Arianna Errigo e Elisa Di Francisca, la tiratrice Jessica Rossi e la nuotatrice Martina Grimaldi.
<<Le emozioni che questa Casa ci dà resteranno sempre nel mio e nel nostro cuore>>, ha commentato il presidente del Coni, Gianni Petrucci, che ha anche sottolineato come la Ferrari <<sia la storia e la cultura del nostro Paese, un esempio di spirito di squadra>>.
A margine della giornata il presidente Luca di Montezemolo ha fatto il punto della situazione sul combattuto finale di campionato F1 all’indomani del GP dell’India: <<Mai come in questo momento piloti e squadra sono uniti, per dare il 120 per cento. Siamo più che mai uniti, la squadra nel lavorare a testa bassa per fare ulteriori miglioramenti alla vettura in vista delle ultime tre gare, e i piloti per dare il massimo, per dare il 120 per cento, come ha fatto Alonso. Ci giocheremo il Mondiale fino all’ultimo chilometro, io ci credo, ho molta fiducia. Ieri Alonso è stato eccezionale ma è stato molto bravo anche Massa a portare punti importante per il Mondiale costruttori. La squadra è stata poi perfetta nella strategia e nella affidabilità. In ottica futura non chiedo sfortuna per gli altri, ma penso che con i due tamponamenti in partenza nella seconda parte di stagione stiamo pagando un prezzo molto alto>>.

NO COMMENTS

Leave a Reply