Robassomero – Continua un 2012 ricco di soddisfazioni per la divisione auto di Suzuki Italia che, dopo aver recentemente festeggiato i 30 anni di presenza sul mercato nazionale, taglia l’importante traguardo delle 500.000 immatricolazioni.
Merito del successo è certamente il gradimento da parte del pubblico dei modelli Swift, che con oltre 89.000 immatricolazioni si conferma tra le compatte sportive più apprezzate, Jimny, che negli anni ha conquistato 110.000 utenti, e Grand Vitara, simbolo della natura fuoristradistica Suzuki e re delle immatricolazioni della Casa con circa 115.000 unità.
I dati testimoniano la capacità di trasferire la filosofia dell’azienda di Hamamatsu anche in Italia, come pure l’apprezzamento degli utenti nei confronti del know-how tecnologico Suzuki nei segmenti delle compatte sportive e della trazione integrale.
Nel corso di questi primi 30 anni di attività, Suzuki Italia si è ritagliata una quota di mercato crescente, valorizzando anche una rete commerciale attenta alle esigenze dei clienti, in grado di bruciare record di vendita uno dopo l’altro. Un trend positivo suggellato dall’importante risultato del 2007, anno in cui sono state immatricolate 37.365 unità, il miglior dato per Suzuki in Italia.
Il trend di crescita è poi continuato nel 2008 e nel 2009 quando l’azienda ha incrementato ulteriormente i dati di vendita consolidando il marchio all’interno di un settore molto competitivo, raggiungendo la quota record di mercato di 1,55%.
Sebbene gli ultimi anni abbiano visto una leggera decrescita, dovuta al momento di difficoltà dell’intero comparto automobilistico, risultati come le 500.000 immatricolazioni indicano come Suzuki stia lavorando per raggiungere altri importanti traguardi che le consentano di restare protagonista, come il recente lancio delle versioni Evolution delle sue icone Jimny e Grand Vitara o il prossimo lancio dell’innovativo crossover di segmento C, visto come prototipo al salone di Parigi dello scorso settembre.