Manila – Realizzato allo scopo di far fronte alla crescente domanda di motocicli da parte del mercato locale, il nuovo stabilimento di Suzuki Philippines Incorporated è stato inaugurato lo scorso 15 novembre, entrando in funzione dopo solo 16 mesi dall’inizio dei lavori.
Il moderno impianto sorge nella periferia di Manila, nel parco industriale di Carmelray, e ha una capacità produttiva annua di circa 200.000 unità, sviluppandosi su un’area di circa 127.000 m2, di cui 11.000 edificati.
Il nuovo stabilimento risponde concretamente alla progressiva crescita della domanda di due ruote del mercato filippino, dove Suzuki ha registrato un’ottima performance nell’anno fiscale 2011 con 97.000 unità vendute, un risultato confermato dal +113% rispetto all’esercizio precedente.
Con il completamento di questo impianto produttivo, Suzuki Philippines Incorporated prosegue la propria politica di ridimensionamento delle importazioni dalle altre nazioni dell’area ASEAN, potendo produrre in proprio componenti chiave come telai, marmitte e serbatoi, e aumentando il tasso di approvvigionamento locale.
Alla cerimonia d’apertura hanno partecipato importanti personalità quali Adrian Cristobal, Sottosegretario del Dipartimento di Commercio e dell’Industria e Responsabile del Consiglio di Investimenti, Jeorge E.R. Ejercito Estregan, Governatore di Laguna, Jaoquin Chipeco, sindaco di Calamba, regione e località dove è stato costruito l’impianto, e Toshinao Urabe, Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario della Repubblica delle Filippine. A fare gli onori di casa per l’azienda giapponese Osamu Suzuki, Chairman e Amministratore Delegato della casa di Hamamatsu.