Chiarezza sull’emendamento pneumatici invernali

Chiarezza sull’emendamento pneumatici invernali

Roma – Il Sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti Guido Improta e il Senatore Antonio Paravia mettono chiarezza sul possibile emendamento dei pneumatici invernali annunciato qualche giorno fa.
Il Sottosegretario Improta, dopo aver ribadito che si tratta di una condizione eccezionale legata alla sicurezza, ha affermato che <<qualora ciò non avvenga, la responsabilità di eventuali danni e disagi sarà addebitata all’Ente inadempiente>>. Tradotto: se qualcuno rimarrà bloccato perché non hanno chiuso la strada né impedito l’accesso a chi non ha i pneumatici invernali, a pagare i relativi danni per disservizi e soccorsi sarebbero coloro i quali hanno titolo ad emanare le Ordinanze, ovvero i proprietari o i gestori delle strade.
<<Diversamente da ciò che è stato mal pubblicizzato da alcuni quotidiani non è stato affatto abolito l’uso delle catene in favore dei pneumatici invernali, ma è stata concessa una facoltà alle società concessionarie di autostrade, tangenziali e similari esclusivamente allorquando sono previste particolari condizioni meteo. Più specificamente quando si verificheranno condizioni eccezionali e, quindi, sfavorevoli alla circolazione sicura dei mezzi, le società concessionarie potranno disporre, se lo riterranno necessario per favorire al meglio la circolazione, l’obbligo dei pneumatici da neve>>.
Così il Senatore Antonio Paravia risponde alle critiche sollevate da alcuni giornalisti che hanno riportato la notizia in modo distorto, chiarendo la vicenda relativa all’emendamento presentato insieme al collega Ghigo al decreto legge “Crescita” (A.S. 3533) in tema di uso dei pneumatici invernali.
<<Ho ritenuto e ritengo da tanti anni necessaria – prosegue il senatore – questa misura dopo aver subìto più di un’esperienza negativa tra Firenze e Bologna e tra la Campania e la Basilicata, per nevicate eccezionali che hanno determinato ingorghi paurosi a causa di automobilisti e autisti di tir che si fermavano per montare le catene per altro spesso senza riuscirci stante appunto le eccezionali nevicate. Quindi esclusivamente ragioni di sicurezza e prudenza hanno spinto me e Ghigo ad affrontare tale problematica all’interno del Decreto “Crescita”>>.
<<La sicurezza – conclude Paravia – non può essere invocata dopo le disgrazie e poi messa da parte per i suoi costi: l’ipocrisia che caratterizza molti giornalisti non mi appartiene anche se spesso è presente anche nelle aule parlamentari>>.
Per quanto riguarda invece la questione concernente l’utilizzo dei pneumatici da neve fuori dai centri urbani, ritiene che ci sia stato un problema di non corretta comunicazione da parte dei media che hanno interpretato la disposizione nel senso dell’imposizione di un vincolo all’utilizzo di tali pneumatici e non nel senso dell’attribuzione di una facoltà al proprietario della strada che può imporne l’uso in presenza di eccezionali condizioni atmosferiche.

CLICCA QUI PER LEGGERE L’EMENDAMENTO

NO COMMENTS

Leave a Reply