Ginevra – Nel fine settimana dal 24 al 26 maggio 2013 gli splendidi giardini del Grand Hotel Villa d’Este e di Villa Erba a Cernobbio, sul lago di Como, si trasformeranno ancora una volta nello straordinario scenario che ospita le più belle automobili e motociclette del passato e le concept car più stravaganti del presente.
Disputato per la prima volta nel 1929 nello stesso luogo, oggi il Concorso d’Eleganza Villa d’Este è tra le più rinomate manifestazioni di questo genere al mondo. Per l’edizione 2013 parteciperanno circa 52 veicoli selezionati.
Ai margini del Salone dell’Auto di Ginevra, Ralf Rodepeter, direttore del Museo Bmw e membro del Selecting Committee del Concorso d’Eleganza Villa d’Este, ha dato un piccolo assaggio dei partecipanti.
 
Aston Martin DB4GT Zagato (1961)
A Newport Pagnell solo 19 esemplari di questa eccezionale auto sportiva furono montati con la carrozzeria artigianale di Zagato. Grazie alla struttura leggera, all’uso del plexiglass e alle dotazioni interne ridotte, il peso a vuoto scese a soli 1.225 kg. Nel 1961, quattro di questi modelli esclusivi furono espressamente costruiti “lightweight” per lo sport motoristico. Dopo una movimentata carriera sportiva, in cui fu tra l’altro impiegata da Jim Clark e altri piloti di spicco, dal 1993 la DB4GT Zagato fu restaurata con l’omologazione 2 VEV presso la Aston Martin in due anni di minuzioso e amorevole lavoro e riportata così alle condizioni originali del 1963. Appartiene all’attuale proprietario dal 1971.
 
Lamborghini 350 GTV (1963)
Ferruccio Lamborghini aveva un sogno che perseguiva con tenacia: costruire, oltre ai suoi riusciti trattori, anche vere e proprie auto sportive che reggessero il confronto con il concorrente di Maranello. Compì il primo passo con il prototipo 350 GTV e impressionò il mondo al Salone dell'Auto di Torino del 1930. L'antesignano disegnato da Franco Scaglione della prima sportiva di serie Lamborghini 350 GT fu l’attrazione del Salone, ovviamente anche grazie al motore V12 progettato da Giotto Bizzarrini, che “troneggiava” accanto all’automobile. Oggi la Lamborghini 350 GTV è verniciata di verde metallizzato e in perfette condizioni di marcia.
 
Bugatti Tipo 57SC Atlantic (1938)
La Bugatti T 57SC, soprannominata “Atlantic”, non è solo una delle automobili più rare e preziose al mondo, ma anche una delle più belle. Tra il 1937 e il 1938, la leggendaria casa automobilistica dell’Alsazia realizzò solo quattro esemplari di quest’automobile quasi perfetta. Il capolavoro di Jean Bugatti, figlio del fondatore dell’azienda Ettore Bugatti, si presenta con un design mozzafiato e una tecnologia straordinaria. La Atlantic che partecipa al Concorso d’Eleganza Villa d’Este è datata 1938 ed è il numero quattro della produzione. Colpisce per la sua impressionante originalità e già vanta una carriera di grandi successi nei concorsi di bellezza del mondo.

NO COMMENTS

Leave a Reply