Hannover – Continental realizzerà un nuovo impianto per la ricostruzione di pneumatici per autocarri pesanti ed autobus, al quale verrà annesso uno stabilimento per il riciclo della gomma proveniente da pneumatici usati. Il nuovo complesso sorgerà presso il quartier generale di Continental ad Hannover-Stöcken.
Il nuovo impianto industriale annunciato da Continental è il primo nel suo genere in tutto il mondo. Con un investimento di più di 10 milioni di euro, Continental intende rafforzare la sua posizione sui mercati dell’Europa Occidentale e sviluppare ulteriormente il suo approccio “ContiLifeCycle”. Il nuovo impianto ContiLifeCycle comporterà anche la creazione di più di 100 nuovi posti di lavoro.
<<Riteniamo un nostro obbligo proporre soluzioni sostenibili per la produzione e per la ricostruzione di pneumatici – commenta Andreas Esser, responsabile internazionale di Continental Commercial Vehicle Tires -. La nostra tecnologia ci consente di riutilizzare la gomma dei pneumatici usati per produrre pneumatici nuovi e ricostruiti>>.
Il 41% dei pneumatici giunti alla fine della loro vita utile viene utilizzato, nell’Unione europea, per l’incenerimento nell’industria del cemento. Un altro 35% viene usato per la produzione di oggetti in gomma.
Continental ha sviluppato un nuovo processo di ricostruzione che permette di utilizzare alte percentuali di gomma riciclata composti nelle mescole di pneumatici nuovi e ricostruiti.
<<Considerando un volume annuo programmato di riciclo di circa 4.000 tonnellate, si riuscirà ad evitare di utilizzare 2.400 tonnellate di gomma e 1.600 tonnellate di nerofumo e di silice>>, aggiunge Boris Mergell, vice presidente di Material and Process Development and Industrialization.
Il nuovo impianto per la ricostruzione di pneumatici avvierà le sue attività insieme all’impianto per il riciclo nel corso del 2013. La capacità di produzione prevista è di circa 18.000 pneumatici ricostruiti all’anno non appena verrà raggiunta la piena capacità produttiva.
<<L’impianto ContiLifeCycle – afferma Christian Sass, responsabile Truck Tires Retreading EMEA – servirà anche da centro di competenza per la ricostruzione, potendo contare su un’organizzazione interdisciplinare unica nel suo genere, grazie al fatto che l’impianto ospiterà dipartimenti di ricerca e sviluppo, di produzione, di ingegneria della produzione e di controllo della qualità. Questo tipo di organizzazione ci permetterà di migliorare continuamente i nostri prodotti>>.
Dare una seconda vita utile (o addirittura anche una terza) ad un pneumatico usato può ridurre significativamente i costi di gestione di un veicolo commerciale ed aumentare, quindi, l’efficacia economica della flotta. Quantificare i benefici garantiti dall’uso di pneumatici ricostruiti è possibile proprio grazie al programma ContiLifeCycle. Il servizio si basa su quattro pilastri: pneumatici nuovi, riscolpitura quando opportuno, ricostruzione a nuovo e gestione delle carcasse. Così possono ridursi del 30-40% i costi diretti dei pneumatici.

NO COMMENTS

Leave a Reply