Rüsselsheim – La rivista tedesca Auto Bild consiglia Mokka per una “guida migliore” grazie all’altezza della soglia d’ingresso e ai comodi sedili con supporto lombare regolabile. Il suv compatto, di recente, è giunto primo nel “Test Benessere” di questa rivista specializzata davanti a otto concorrenti. La vittoria di Mokka è dovuta in gran parte ai sedili ergonomici, approvati dagli esperti di salute posturale di Aktion Gesunder Rücken e.V. per il benessere che garantiscono alla schiena.
I sedili sviluppati da Opel alleviano le sollecitazioni a cui è soggetta la colonna vertebrale e prevengono i problemi alla schiena. E secondo AGR, il mal di schiena è il motivo più comune di assenza dal lavoro in Europa.
I sedili ergonomici per guidatore e passeggero anteriore testati e certificati da AGR sono presenti oltre che su Mokka anche sul Cascada, Meriva, Zafira Tourer, Astra e Insignia.
AGR ha assegnato per la prima volta il proprio marchio di approvazione a un sedile nel segmento dei suv compatti con la certificazione del sedile ergonomico regolabile in 18 direzioni di Mokka. Il sedile deve soddisfare un elenco di dieci criteri, tra cui il sostegno per la lordosi regolabile in quattro direzioni e il perfetto adattamento dei profili dello schienale alla curvatura naturale della colonna.
Il sedile ergonomico offre numerose ulteriori possibilità di regolazione in lunghezza e in altezza, l’inclinazione del cuscino della seduta e il cuscino estraibile della seduta fino al ginocchio a supporto delle cosce. Grazie alla gamma di regolazioni fino a 243 mm avanti/indietro e 65 mm in altezza, chiunque può trovare una posizione di seduta comoda e rilassata.
Meriva, invece, è la prima e, fino a oggi, unica vettura ad avere ricevuto l’approvazione degli esperti di salute posturale di AGR con la certificazione di un intero sistema ergonomico che comprende i sedili ergonomici, le rivoluzionarie FlexDoors, il sistema FlexSpace per i sedili posteriori e il portabiciclette posteriore a richiesta FlexFix.
Gli esperti AGR hanno lodato in particolare le FlexDoors Opel, il sistema di portiere posteriori incernierate sul retro che consente di entrare e uscire dai sedili posteriori in modo facile e compiendo movimenti naturali, senza doversi contorcere o affaticare.
Grazie all’intelligente sistema FlexSpace di serie per i sedili posteriori, è possibile trasformare facilmente e rapidamente l’abitacolo da cinque a quattro, tre o due posti senza togliere nessun sedile, una funzionalità presente anche sul sistema Flex7 di Zafira Tourer. Secondo AGR, ciò va specificamente a vantaggio della zona lombare.

NO COMMENTS

Leave a Reply